Rosato incontra le OO.SS. a Trieste

COMUNICATO STAMPA

Trieste -

 

Il giorno 11 gennaio 2008 a seguito richiesta d’incontro, i rappresentanti delle OO.SS. RdB, Cisl, Cgil e Confsal, sono stati ricevuti dall’On. Rosato per esporre e discutere le innumerevoli problematiche del Corpo Nazionale.

Le OO.SS. hanno presentato una carrellata generale di problemi sia a livello nazionale che provinciale.

Al primo punto è stata discussa la demotivazione del personale dovuta in primo luogo allo stipendio inadeguato e alla carenza d’organico. L’On. Rosato rimanda alla già avvenuta discussione in sede nazionale, informandoci che saranno ritoccati gli importi relativi alle ore straordinarie.

A livello locale l’On. Rosato ha ribadito il suo costante interessamento per gli impegni già assunti nell’ultimo incontro avvenuto a Trieste, quali l’acquisto del distaccamento di Muggia, non appena superate le pratiche burocratiche; l’acquisto della palazzina adiacente la sala operativa della sede centrale e la riqualificazione delle sedi di servizio.

A seguito della riclassificazione del Porto vecchio, viste le nuove assunzioni si arriverà gradatamente a ricoprire le 50 unità previste, mentre per la riqualificazione della sede, i tempi saranno più lunghi in quanto bisognerà attendere la definizione del piano regolatore della zona portuale, in seguito al quale verrà deciso se ristrutturare la vecchia sede o la costruire una nuova in altra zona.

Si sta trattando inoltre per la ristrutturazione di quella parte della sede centrale ancora dimessa in collaborazione con il 118.

Alla nostra richieste d’aumento d’organico per il completamento del nucleo NBCR che prevede 31 unità distaccate alla direzione regionale, il Sottosegretario assicura l’invio nel prossimo futuro di detto personale e il completamento delle attrezzature.

Si coglieva l’occasione per chiedere un riconoscimento economico per le cosiddette  specializzazioni “NBCR, SAF” alla quale rispondeva che è gia stata presentata da parte delle OO.SS. Nazionali in occasione nella discussione per il  Patto del Soccorso, il quale prevede anche le risorse per la formazione del personale nonché le indennità di trasferta e missione.

Visto l’arrivo del sistema antinquinamento “ DIRTY HARRY” di nuova assegnazione al nucleo SMZ che prevede almeno 3 operatori di cui: n° 1 SMZ in immersione, n° 1 SMZ di soccorso vestito senza casco indossato, n° 1 SMZ alla consolle e almeno n° 2 assistenti per manovra ombelicali abbiamo chiesto che l’ampliamento del nucleo SMZ sia di almeno n° 2 unità per turno. L’On Rosato ha preso visione del documento ricevuto dalle OO.SS. presenti riservandosi una risposta dopo l’esame del documento.

Al quesito sulla carenza dei CS e CR formulato dalle OO.SS. presenti il Sottosegretario rispondeva che a seguito della trattativa Nazionale  sui passaggi di qualifica è previsto per l’anno 2008 la formazione di 1700 CS, ribadiva inoltre la propria contrarietà al cambiamento di sede in seguito al passaggio di qualifica.

Alla modifica da noi proposta riguardante il DPR 139 inerente alla formazione dei VVD ci veniva risposto che è allo studio degli organi competenti in sede di contrattazione Nazionale.

Si passa quindi all’esame della situazione riguardante gli infortuni sul lavoro. Si faceva presente al Sottosegretario che a fronte di  circa 2.500 infortuni annui, il personale non dispone di un’assicurazione contro gli infortuni (INAIL). Pur essendo favorevole c’informava  che tale assicurazione in termini economici equivaleva a mezzo punto del PIL.

Al termine dell’incontro l’On. Rosato si diceva soddisfatto dell’incontro e si rendeva disponibile per ulteriori confronti.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni