ROMA - Assemblea Fiumicino

I lavoratori sempre più coscienti che l’aver delegato ad alcuni “affaristi” indacali le proprie condizioni lavorative li ha fatti arretrare; cominciano a prendere coscienza ed organizzarsi!

Roma -

Lavoratori, si è svolta oggi l'assemblea presso la sede di Fiumicino che ha visto la partecipazione di un folto numero di lavoratori interessati a conoscere la reale situazione politica italiana in merito al Pubblico Impiego (Decreto Brunetta e rinnovi contrattuali) e più in particolare le problematiche di settore come la riforma dell’ordinamento professionale e del regolamento di servizio.

Il coordinamento nazionale RdB/CUB settore Vigili del Fuoco, ha esposto gli effetti del decreto Brunetta sul taglio del 10% del FUA, delle assunzioni e Turn-Over con rapporto di un assunzione ogni 8 pensionamenti, i tagli alle spese relative alle malattie e cause di servizio.

La discussione è proseguita sul vergognoso aumento di circa 8 € per il 2008 e 55 € per il 2009 e soprattutto sull'intenzione del Governo di dare seguito all'accordo sottoscritto da CGIL, CISL e UIL sulla triennalità dei contratti che di fatto in un colpo solo riduce del 33% gli aumenti salariali per i prossimi anni. I lavoratori poi hanno prestato attenzione a quanto il Governo si predispone a mettere in campo per la riforma previdenziale e  gli effetti nefasti di modificare “solo” i coefficienti pensionistici e di come le pensioni nel prossimo futuro verranno ridotte del 30-40%.

La discussione è poi proseguita sul decreto 217/05, dove la RdB/CUB, ha illustrato le modifiche che verranno presentate al governo dove in linea di massima verrà chiesto una permanenza più ridotta nei ruoli ed una elevazione verticale di tutti i ruoli;  nonché sulla bozza di regolamento in discussione in questi giorni al Ministero dove sempre di più ci vogliono inquadrati e comandabili.

I lavoratori hanno esposto poi le problematiche della sede partendo dall'orario di lavoro differenziato tra il personale in base alla residenza e della connessa problematica relativa al recupero psicofisico. Il confronto si è fatto poi più intenso quanto si è affrontato il problema della sicurezza e l'igiene sui posti di lavoro, T.U. 81 del 2008, anche in considerazione delle evidenti problematiche presenti negli stessi locali dove si è svolta l'assemblea.

L'assemblea si è conclusa positivamente con alcuni lavoratori intenzionati nelle prossime settimane ad approfondire alcuni argomenti accennati durante l'assemblea, come il problema della salubrità dei luoghi e delle condizioni di lavoro della sede aeroportuale, anche per essere attori del proprio futuro e non “burattini” in mano a pseudo delegati sindacali di altre OO.SS.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni