Risposta nota del 09/02/2009 delle OO.SS. confederali di Bari

Bari -

Queste OO.SS., non hanno mai preso in considerazione di scrivere contro altre OO.SS., a differenza di qualche pseudo sindacalista appartenete alle sigle confederali che ha scritto denigrando la CONFSAL e i loro iscritti con parole e affermazioni abbastanza gravi, ma evidentemente il lupo perde il pelo ma non il vizio, e ancora una volta in un documento a firma dei confederali, avente data 09/02/2009 con oggetto: “ Articolo del 03/02/09 – I Sindacati Vogliono un nuovo Comandante – apparso sul giornale locale il quotidiano a firma di Fester”,  venivano tacciate di ignoranza in materia.

Vorremmo ricordare ai firmatari del documento, che il Governo con la Legge Finanziaria n. 244/07  precisamente all’art.3 comma 136 assegna dei fondi che citiamo; “Al fine di dare attuazione al patto per il soccorso pubblico intervenuto tra il Governo e le organizzazioni sindacali del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco sono stanziati, per l’anno 2008, 10 milioni di euro, con accordo stralcio del 08/05/2008 tra Il Ministero dell’Interno dipartimento dei Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico, e della difesa civile e le OO.SS. VV.F. CGIL, CISL, UIL, Rdb e CONFSAL Nazionali e precisamente all’art. 5 che cita; “Le risorse previste dall’art.3, comma 136 della legge 24 dicembre 2007, n. 2244, riferite al personale non direttivo e non dirigente del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, e pari ad € 9.622.000,00( € 7.251.000,00 al netto degli oneri) confluiscono nel Fondo Unico di Amministrazione di cui all’art. 6 del d.P.R. 20 novembre 2007 e vengono destinate, per lo stesso anno, al miglioramento della qualità del servizio di soccorso prestato dal personale…

Con questa precisazione, si conferma  che ne noi ne tanto meno il giornale (il Quotidiano di Bari) abbiamo scritto cose diverse dalla verità confortata  da documenti ufficiali, quindi l’ignoranza in materia è da attribuire ai firmatari del documento succitato,che si dimostrano molto bravi ad alzare la polvere per distrarre l’attenzione dei lavoratori dai problemi del Comando di Bari, umilmente ci permettiamo di ricordare che la controparte delle  OO.SS. è l’ Amministrazione.

Inoltre gli stessi fondi, sono stati distribuiti come da accordo stralcio del 08/05/2008 per tutti i lavoratori. E in particolare, al mantenimento delle qualificazioni e delle specializzazioni  non escludendo nessuno  tanto meno i Capi Reparto e Capi Squadra con la specializzazione di autista, il tutto a garantire l’operatività delle squadre di soccorso, la reperibilità, oltre a finanziare la trasferta e le prestazioni rese dal personale in turno di servizio in occasione delle festività.

I primi fondi FUA sono stati assegnati alla Direzione Regionale VV.F. Puglia per il settore NBCR 3° livello e al SAF 2B per i mantenimenti dei brevetti, subito dopo sono stati avviate presso i Comandi Provinciali le contrattazioni in merito.

Presso il Comando di Bari in data 26/09/2008 si è svolta la contrattazione dove, su proposta del Comando venivano destinati ai nuclei NBCR e SAF tali fondi, la posizione della CONFSAL messa a verbale, è stata di allargarli anche ai brevetti minori del SAF 1B e NBCR 3° livello (varie specializzazioni) a seguito con un documento avente data 01/10/2008 la CONFSAL  produceva una nota correttiva la quale indicava che tali fondi venissero dati anche ad altri brevetti minori come NBCR II° livello, SAF 1B non fluviale ecc., successivamente per affermare meglio tale posizione veniva chiesto in data 20/10/2008 incontro urgente, documentazione che alleghiamo.

In tutte le convocazioni e contrattazioni avvenute sia alla Direzione Regionale VV.F. Puglia, che al Comando VV.F. Bari con le OO.SS. tutte, hanno avuto giustamente sempre come oggetto l’utilizzo del fondo FUA, di cui alleghiamo documentazione.

Queste OO.SS., nel Comando di Bari non sono piccole minoranze che espongono i loro quesiti e problematiche personali, ma con numeri alla mano siamo maggiormente rappresentativi rispetto ai confederali. Noi esponiamo i “disturbi” e le problematiche dei nostri iscritti, e di tutti i lavoratori senza alcun interesse personale, se non quello di fare l’interesse dei lavoratori tutti.

In riferimento all’ oggetto, i fondi assegnati chiamati Patto per il Soccorso o Fondo Fua, sono stati negati a una parte dei lavoratori, grazie alle contrattazioni private dei confederali, come ammesso in sede di raffreddamento dal Comando.     

A riguardo dell’operato dell’ing.Micunco, ci siamo già pronunciati ampiamente attraverso i nostri documenti.

 

Confermiamo la manifestazione del 19/02/2009

in Piazza Prefettura alle ore 10, con Conferenza Stampa.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni