Riequilibrio dei turni prima della mobilità nazionale

Comando Provinciale Vigili del Fuoco Soccorso Pubblico Difesa Civile Alessandria Ing. Marco CAVRIANI

 

Direzione Regionale Vigili del Fuoco Soccorso Pubblico Difesa Civile Piemonte

 

OO.SS. Comando.

 

Alessandria -

Ritenevamo che nell’incontro del 6 novembre, presso la Direzione Regionale, si fosse siglato un dignitoso accordo per ambo le parti, in quanto, il tutto (!) era finalizzato al miglioramento del servizio di soccorso attraverso l’organizzazione del lavoro per giungere alla gestione del soccorso stesso.

Il tempo passa e noi dell’RdB\CUB attendiamo fiduciosi di essere chiamati al tavolo con le altre OO.SS. come concordato davanti al Direttore.       

Contestualmente, come questa Amministrazione ben saprà,  è stata autorizzata la mobilità nazionale dei Capo Squadra e nel giro di poche settimane (se non prima come da richiesta dell’RdB nazionale) avrà termine il corso per gli aspiranti neo Capi Squadra.       

L’assegnazione ai Comandi sia dei “vecchi” che dei neo Capi Squadra, potrebbe determinare difficoltà di inserimento nei turni secondo i criteri concordati ed oggi in vigore presso questo Comando, poiché i giovani qualificati verrebbero assegnati ai Comandi prima degli anziani.        

Alla luce di quanto sopra esposto si chiede di integrare la discussione del tavolo, concordato in Direzione Regionale durante la procedura di raffreddamento, con il riequilibrio dei turni nel rispetto della dignità dei lavoratori, delle esigenze espresse dagli stessi tramite indagine conoscitiva di mobilità interna da attivare nel più breve tempo possibile; un riequilibrio dei turni primariamente a garanzia dell’efficienza del soccorso ed equa distribuzione tra i vari turni e presso tutte le sedi, dell’attuale carenza d’organico.       

Contestualmente si sollecita questa Amministrazione a voler incontrare le OO.SS. al fine di definire i criteri per l’individuazione dei vari sostituti dei rispettivi Capi Reparto titolari della gestione dei turni.

Riteniamo che l’impianto attualmente in vigore, presso il Comando, evidenzi una sorta di precarietà del sistema; l’incarico di sostituto capo turno deve rispettare l’anzianità di ruolo ma essendo affidato non più ai Capi Reparto, ma grazie a questa scellerata riforma, anche ai Capi Squadra riteniamo si debba anche prediligere la  volontarietà degli stessi.

Pertanto invitiamo codesta spett.le Amministrazione ad attivare idonea ed opportuna indagine conoscitiva tra il personale che ne abbia i requisiti e che su base volontaria voglia ricoprire tale mansione in caso di assenza o impedimento della figura di Capo Reparto presso questo Comando.      

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni