Reiterata violazione dell'accordo sottoscritto in data 06/12/1994, approvato dalla Commissione di Garanzia con delibera del 12/01/1995; richiesta applicazione comma 4° dell' art. 4 della Legge n. 146/1990.

Palermo -

Alla Commissione di Garanzia per lattuazione degli scioperi

ai sensi della legge 146/90 e successive M. ed I. - ROMA -

E, p.c. Alla USB VV.F. Roma- SiciliaPalermo

Alla Presidenza del Consiglio – Roma

Al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali/Uff. Gabinetto - Roma

Al Capo Dipartimento tramite lUfficio Garanzia dei Diritti Sindacali - Roma

Alla Direzione Centrale per gli Affari Generali

Dipartimento del Lavoro – Sicilia

Ispettorato Regionale del Lavoro – Sicilia

Ispettorato Provinciale del Lavoro - Palermo


OGGETTO: reiterata violazione dellaccordo sottoscritto in data 06/12/1994, approvato dalla Commissione di Garanzia con delibera del 12/01/1995; richiesta applicazione comma dell' art. 4 della Legge n. 146/1990.


Egregio Sig. Presidente,

La USB VV.F. Palermo con la presente segnala la reiterata violazione dell’accordo di cui in oggetto, al punto 2 lettera B) penultimo paragrafo, sul quale si legge quanto di seguito trascritto:

[…] Durante l'esperimento dei tentativi di conciliazione lAmministrazione si asterrà dall'adottare iniziative che siano pregiudizievoli per le posizioni dei lavoratori interessati al conflitto sindacale.

I Dirigenti o i preposti che non rispettino gli impegni sopra richiamati e gli accordi sottoscritti, sono passibili delle sanzioni indicate al comma dell' art. 4 della legge n. 146/1990 a seguito di richiesta da parte della Commissione di Garanzia all'autorità tutoria prevista dal citato art. 4. []

Il Dirigente nonché Comandante del Comando Provinciale Vigili del Fuoco Palermo, Ing. Gaetano Vallefuoco, ha adottato iniziative pregiudizievoli per le posizioni dei Lavoratori interessati dal conflitto aperto; infatti nello Stato di Agitazione USB VV.F. Palermo, prot. n° 17/12 del 05/04/2012 (allegato1) in uno dei punti oggetto dell’agitazione è stato inserito l’OdG (Ordine del Giorno) 239/12. il Dirigente invece ha preferito violare le regole in vigore, emanando in data 18 aprile 2012, l’OdG n° 286 (allegato2) in cui vengono compromesse le posizioni dei Lavoratori interessati dal conflitto; più precisamente il diritto ad occupare le Sedi di Servizio richiamate dall’OdG (Nord1 – SUD – Brancaccio) ai sensi del regolamento per la mobilità interna, spetta a chi è primo in graduatoria di Ruolo (OdG 648/11).

Altresì una doppia violazione è da riscontrare nell’iniziativa pregiudizievole che il Dirigente ha commesso nel procedere ad una formale convocazione delle altre Organizzazioni Sindacali (allegato3) per discutere sempre gli stessi argomenti oggetto di procedure di agitazione USB in corso, in particolare per discutere sull’OdG 239/12. A tal proposito si richiama l’attenzione del Sig. Presidente perché la scrivente OS con nota USB (allegato4) ha informato e nel contempo invitato il Dirigente di Palermo a rimandare l’incontro in data successiva alla procedura di conciliazione in corso già attivata dal Capo del Corpo con Nota STAFFCNVVF prot. in uscita n. 4513 del 13/04/2012 (allegato5). In riscontro alla predetta Nota USB, il Dirigente di Palermo ad oggi non ha fornito nessuna risposta.

Per finire si comunica che la predetta violazione è da ritenere recidiva poiché la stessa circostanza è avvenuta in una delle precedenti procedure di conciliazione dell’anno 2011, già inviata per conoscenza alla Commissione di Garanzia; ad ogni buon fine per una corretta e dettagliata lettura si allegano alla presente, con la trascrizione di pertinenza evidenziata e delimitata (allegati 6 – 6bis), gli Atti emanati nell’anno 2011, in violazione della Legge 146/90.

La USB chiede al Sig. Presidente l’attivazione della procedura di cui al comma 4° dell' art. 4 della Legge n. 146/1990.

Si rimane in attesa di un gradito cenno di riscontro Cordialmente si saluta.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati