RdB/CUB Vigili del Fuoco; revoca lo sciopero del 10 di ottobre

Nazionale -

Lavoratori,

ci è pervenuta una comunicazione da parte dalla Commissione di garanzia in cui si richiama all’attenzione della norma sulla rarefazione dello sciopero, e quindi sugli scioperi generali indetti precedentemente per il 17 ottobre 2008. Causa a ciò L’RdB/CUB, ha effettuato le procedure di annullamento dello sciopero indetto per il 10 di ottobre 2008.

Tuttavia dobbiamo rappresentare l’ottimo risultato raggiunto a favore di tutti capi reparto e capi squadra, poiché (noi) abbiamo ottenuto l’ impegno scritto, non verbale, sulla mobilità di questi ultimi che avverrà prima delle feste natalizie, entro fine 2008.

La rinuncia dello sciopero, comunque, non blocca la nostra attività, in quanto rimangono ancora aperte tante problematiche a partire dalla finanziaria triennale, la quale assorbe tutti i diritti dei lavoratori e recupera, a scapito degli stessi, 40 mlrd.

Altro punto dolente è il decreto "brunetta", che discrimina i lavoratori del  Corpo rispetto altre categorie. Non ultimo problema è il contratto nazionale (posto che riteniamo auspicabili sostanziali modifiche alla parte normativa – 217/05), considerata la scarsità di risorse stanziate per i rinnovi contrattuali, e in quanto ad oggi non è ancora stato aperto il secondo biennio economico 2008/09.

Ribadiamo inoltre la necessità che questo Governo stanzi risorse aggiuntive.

Pertanto si conferma la revoca dello sciopero del 10 ottobre, tuttavia tutte le rivendicazioni sindacali del settore Vigili del Fuoco verranno comprese nello sciopero generale della RdB/CUB indetto per il 17 ottobre 2008.

NON  PIEGHIAMOCI ALLE VOLONTÀ DEL GOVERNO!

ESPRIMIAMO IL NOSTRO DISAGIO CON IL CONFLITTO!

SCIOPERARE PER  RESTITUIRE DIGNITÀ E POTERE D’ACQUISTO AI LAVORATORI.

SCIOPERARE  CONTRO LA SOTTRAZIONE DEI NOSTRI  DIRITTI, DELLA NOSTRA  LIBERTÀ DI CITTADINI.

PER UNA VERA DEMOCRAZIA!

PARTECIPATE! PARTECIPATE! PARTECIPATE!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni