Quali sono le priorità del Dipartimento VVF ?

…il 34° Rally 1000-Miglia con l’Isotta Fraschini!

Milano -

Ebbene… ormai è certo!

 

Ai Prefetti che amministrano il CNVVF non interessa il soccorso o una adeguata riorganizzazione e rinnovamento delle Colonne Mobili che, pur disastrate e obsolete, all’Aquila, come in altre situazione analoghe, hanno comunque fornito alla popolazione soccorso e supporto.

 

Settore di automezzi e attrezzature quello delle Colonne Mobili, alle quali non è pervenuto alcun finanziamento o previsione di ammodernamento.

 

E che dire delle riparazioni delle Autoscale DLK 27/30/37 metri?

 

Siamo ancora in attesa che il responsabile della Direzione Centrale Risorse Logistiche e Strumentali, Ing. Della Giovanpaola e il responsabile dell’area Macchinari ing. De Angelis rispondano ai nostri quesiti.

 

O meglio, autorizzino la riparazione con sostituzione dei supporti puntoni, piuttosto che la saldatura proposta dalla IMS Magirus; soluzione miserevole, ma dal costo importante ( 3.370,00 euro più iva a carico del comandi, moltiplicato per 150 AS, per un totale complessivo di circa 505.500,oo euro! ).

 

Un vero Business per chi ripara, ed una soluzione che solleva da ogni responsabilità la casa costruttrice sulle carenze strutturali e progettuali, insomma un vero affare per la Multinazionale che sarà riconoscente per il trattamento di favore.

 

Tenendo presente che l’ignobile riparazione, dopo aver gravato sui magri bilanci dei Comandi, alla fine sarà a carico dei contribuenti italiani.

 

Nel frattempo assistiamo ad autorizzazioni per spese assurde, a beneficio di attività a solo scopo mediatico, quali:

 

  1. mega festa per la consegna di onorificenze del 70° anniversario di fondazione del CNVVF, con distacco dal servizio di soccorso per oltre un mese, di circa 500 unità operative e un finale con tanto di mozzarelle di bufala …senza diossina!!

  2. mega convention a Venezia per i festeggiamenti di Santa Barbara, utilizzando i migliori alberghi della Laguna… senza maschere tipiche locali!!

  3. partecipazione del Capo Dipartimento alla MILLE MIGLIA, con l’ISOTTA FRASCHINI del 1929 del Comando di Milano, appositamente restaurata.

 

 

Per quest’ultima iniziativa pare che il primo pilota scelto sarà l’Ing. Borghese, cioè l’ex responsabile automezzi del Comando di Milano, al quale si deve particolare riconoscenza per aver dato il via alle suddette miserabili saldature sulle Autoscale DLK e che oggi ha la piena responsabilità sui mezzi storici (Isotta Fraschini compresa…)

 

Altrettanta riconoscenza gli si deve per l’acquisto di un “movimentatore telescopico” (vedi foto e documento unitario) per il quale tre organizzazioni sindacali RdB, Uil e Confsal, hanno chiesto al comandante di Milano il costo e le motivazioni del suo utilizzo, visto che è un mezzo da cantiere e non si avvertiva nessuna necessità operativa.

 

 

L’amara constatazione finale è che la nostra amministrazione sta abdicando alla proprie funzioni vitali e prioritarie (previsione/prevenzione dei rischi e soccorso tecnico urgente), lasciando ampi spazi alla Protezione Civile, mentre si sta impegnando solo sul fronte mediatico (più immagine, meno sostanza).

 

Cioè meglio una ripassatina in televisione, che migliori prospettive di lavoro!...

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni