POMPIERI IN PRIMO PIANO!

(SIC!…)

 

 

 

Milano -

Non sappiamo se per merito (?!?) dello sceneggiato codice rosso o delle attività delle ineffabili relazioni esterne del CNVVF, ma questa volta è stato riservato un posto di rilievo ai pompieri…o almeno ad una loro rappresentazione.

Infatti alla Rinascente di Milano, tempio dello shopping Milanese, di fama nazionale ed internazionale, è stata allestita una vetrina rappresentante un’insolita scenetta con alcuni manichini, tra cui due pompieri.

Per visualizzare meglio l’ambientazione, diciamo che come soggetto principale è stata allocata una riproduzione a grandezza naturale dell’ex presidente del consiglio, con tanto di bandana, che canta “o sole mio” accompagnato dall’onnipresente amico chitarrista partenopeo.

Sullo sfondo una riproduzione del Vesuvio con tanto di lapilli, ed ai fianchi due pompieri che tentano di spegnere il vulcano in fiamme.

Vista così, l’interpretazione potrebbe essere più d’una:

1 - che il vetrinista, reso sensibile dalle vicende televisive degli “eroi” pompieri, abbia voluto rendergli omaggio proponendo un evento di elevata spettacolarità? (spegnere un vulcano!)

2 - oppure, conoscendo a fondo le vicissitudini contrattuali della categoria, si è arrischiato in interpretazioni politiche e laddove la precedente compagine governativa, aveva elargito qualche centesimo in più al CNVVF, rispetto a quanto previsto dall’attuale finanziaria, ha ritenuto simboleggiare alcuni pompieri riconoscenti, che danno protezione all’ex leader per consentirgli performance canore in tutta sicurezza?

3 - o ancora, considerato che nonostante le mirabolanti promesse, il briciolame economico del “comparto sicurezza”, per i VVF continua ad essere inferiore a quello di altre componenti al suo stesso interno (leggi polizia di stato) e comunque miserevole rispetto al costo della vita in generale. Da qui il suggerimento virtuale ai beneamati “eroi” di un nuovo tipo di servizio di vigilanza, per arrotondare lo stipendio?

4 - un’altra ipotesi verterebbe sul fatto che i manichini pompieri indossano vecchie divise. E qui scatterebbe l’ipotetica denuncia sugli ultimi capi consegnati, i quali, pur rispettando le consuete taglie e drop, in buona parte hanno riscontrato differenti vestibilità, con particolari in sintonia con la linea “baby 012”!

Segno che ormai a livello nazionale non si controlla nemmeno più una cosa basilare come i famosi DPI! Ehh…altri tempi quelli della fantomatica macchina rilevatrice di taglie ergonomica (costata un patrimonio e mai usata) o dei Capi Reparto sarti.

Sinceramente non riusciamo a trovare spiegazioni a questa ambientazione trash/lisergica…ma non è detto che uno di questi giorni si passi dai responsabili del grande magazzino e ci si tolga la curiosità! Nel frattempo Buon Natale a tutti e cantiamo insieme “'O sole mio sta 'nfronte a te!”…

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni