Piena riuscita della giornata di protesta dei vigili del fuoco.

In poco più di due ore sono state raccolte oltre 300 firme in calce alla petizione popolare contro la trasformazione del corpo nazionale dei vig

Bologna -

Le firme sono state raccolte con un banchetto posto dinanzi all’entrata centrale della stazione dove una ventina di vigili del fuoco volantinavano per spiegare le proprie ragioni alla cittadinanza.

 

La stazione di Bologna è stata scelta quale ruolo simbolico per l’importante ruolo di soccorso che i vigili hanno avuto in occasione della strage del 2 agosto 1980.

Insieme ai vigili del fuoco anche il parlamentare Verde Mauro Bulgarelli primo firmatario con l’ On. Alfonso Gianni (PRC) di una proposta di legge per l’istituzione del Corpo nazionale di protezione civile.

Le tante firme raccolte e gli attestati di solidarietà ottenute in tale occasione, stanno a dimostrare che la cittadinanza sostiene la peculiarità e l’identità dei vigili del fuoco legate a compiti di soccorso e di protezione civile.

Ora si spiega anche il perché della grande segretezza con cui il Governo, in accordo con CISL e UIL, ha cercato di andare verso la militarizzazione dei vigili del fuoco.

Quella di oggi è una delle tante iniziative che le RdB stanno portando avanti e continueranno a portare avanti anche nelle prossime settimane.

In questo senso le RdB cercheranno di sottolineare l’importanza della presenza dei vigili del fuoco in occasione della commemorazione della strage del 2 agosto 1980.

P. RdB fed. Bologna

Massimo Betti

 

 

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni