PERSONALE AMMINISTRATIVO DEL CNVVF

Nazionale -

Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa

Civile Capo Dipartimento

Prefetto Alberto DI PACE

 

Al Direttore Centrale delle Risorse Umane

Prefetto Marilisa MAGNO

 

 

Oggetto: personale amministrativo del CNVVF

 

Le questioni del personale SATI non sono mai state affrontate e gli stessi sono le vittime preferite di quelle norme che sono fonte d’insoddisfazione tra i lavoratori tutti del CNVVF (L252 e DL217). Ci si riferisce, in particolare, all’istituzione della dirigenza amministrativa ed alla creazione del ruolo direttivo per il personale ex di concetto.

Per la questione pensionistica, invece, si deve modificare la Legge Fornero che ha accomunato il personale SATI alla restante parte del pubblico impiego, senza considerare le variazioni ordinamentali introdotte dal D.L.vo 217/2005, che ha assegnato al settore SATI compiti strettamente correlati al soccorso pubblico (non corrisposto a livello economico/pensionistico).

Poi c’è il problema dei concorsi interni, dell’attribuzione delle grandi responsabilità i termini amministrativi e contabili senza nessuna copertura ne assicurativa ne quant’altro. C’è il grande problema della mobilità e l’impossibilità degli stessi di sapere sia le dotazioni che le piante organiche che li interessano. Gli stessi sono vittime sia al centro che in periferia di accorpamenti di diverse funzioni con il risultato di un aumento esponenziale del carico di lavoro di ogni singolo appartenente alla categoria.

Hanno problemi con il buono pasto, che di fatto (solo nel loro caso) è una vera elemosina. La mezz’ora di recupero psicofisico è per l’amministrazione non un diritto da tutelare ma un modo per sottrarre salario e schiavizzare questi lavoratori.

Non godono di nessuna considerazione in termini di “stress correlato” eppure sono i più soggetti al mobbing. Dal nuovo riordino hanno considerazioni solo in negativo. Solo per citarne uno dei grandi problemi: in data 26.06.2008, con il DM 2897, tutti gli operatori esperti che avevano superato l'esame sono entrati nel ruolo di Vice Collaboratori Amministrativi Contabili, dopo 5 anni (quindi con decorrenza dal 26.06.2013) tutti avrebbero dovuti accedere al ruolo di Collaboratore Amministrativo Contabile (passaggio a ruolo aperto)... ma tutt'oggi non è successo nulla!

Siamo a conoscenza che i decreti sono pronti da alcuni mesi, ma non vengono firmati. Come mai???

Potremmo continuare all’infinito ma qui serve una piattaforma contrattuale, e sappiamo bene che la politica guarda altrove e l’amministrazione e fuggitiva. Quindi con la presente chiediamo l’apertura di tavoli negoziali con l’intento di risolvere i mali di questa categoria di lavoratori che non è considerata malgrado l’enorme importanza che ricopre all’interno del CNVVF.

Una partenza piena di vigili del fuoco non è frutto di un miracolo ma la risultante di un lavoro articolato e complesso che investe tutti i lavoratori del Corpo… provate a solo pensare di amministrare una semplice partenza senza l’importante lavoro degli amministrativi (e ci riferiamo a tutti loro) vi trovereste davanti alla realtà del grande lavoro e della poca considerazione che questi lavoratori subiscono.   

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni