PERCORSI VITA IN SEDE CENTRALE

Catanzaro -

PERCORSI VITA IN SEDE CENTRALE

 

Da mesi e mesi usb denuncia la gravissima situazione sicurezza all’interno del cortile di soccorso presso la sede centrale di Catanzaro, come anche presso altre sedi - Sellia : uscita sulla SS 106 dei mezzi in servizio di soccorso in prossimità di una curva con obbligo direzione solo verso Crotone.

 

In altre sedi i cancelli di accesso sono rotti e l’amministratore latita! In sede centrale idem per i cancelli sempre rotti, aperti e con accesso libero e......gratuito, proprio come quelle volte che il dirigente dichiarò che gli ignoti avevano scaricato rifiuti all’interno dell’area (tutto scritto!!).

 

Poi l’illuminato spese un mucchio di soldi pubblici per investire sulla sicurezza -quella sua personale, visto che il sistema di telecamere fu installato solo presso la sede centrale, come se le altre sedi ed i beni custoditi non fossero sempre proprietà dello Stato; anzi -molti mezzi in mancanza di spazio in sede centrale sono stati dislocati in periferia ove le sedi spesso restano per ore ed ore incustodite- ; sulle spese per telecamere -una decina di migliaia di euro di soldi pubblici che in tempi di crisi sarebbe stato meglio destinare al soccorso- abbiamo l’ .......impressione che non tutto sia stato .....diciamo .......regolare.

 

Negli ultimi giorni è arrivata una ulteriore illuminazione per la sede centrale : attraversamento pedonale a raso in diagonale per tutto il cortile destinato ai mezzi di soccorso; eppure la promiscuità degli accessi operativi era stata addotta come causa di chiusura della palestra (verbale del 12/09/2011), chiusura motivata dopo pochi giorni (16/09/2011) da problemi di carattere igienico-sanitario : scegliete la busta “A” o quella “B”?

 

Chi non ricorda la tragedia vissuta da molti colleghi VF che proprio in caserma a causa di avventate e improvvide “gestioni” dei dirigenti locali ci hanno rimesso di persona? poi qualche dirigente fu condannato, ma intanto qualche collega ne paga le conseguenze!

 

Ora con questa ultima tragica soluzione “a norma di legge” (avrà letto dal basso in alto e da destra a sinistra??) automezzi e pedoni non appartenenti all’amministrazione VF sono definitivamente autorizzati a impegnare il cortile di soccorso, mentre i VF in prossimità di uscire con i mezzi per soccorso dovranno diligentemente e con accortezza verificare di non intralciare il passo agli ospiti!!!

 

Non era possibile un altro accesso/percorso???

 

Di contro non abbiamo mai avuto risposte in merito all’abbattimento delle barriere architettoniche : i soggetti disabili non hanno possibilità di accedere agli uffici amministrativi e già nei mesi scorsi un soggetto disabile ha dovuto subire lo smacco di non poter accedere agli uffici per il disbrigo di una pratica!! L’ascensore nuova (altre migliaia di euriiiii) è stata collaudata e messa in servizio?????

Tutti gli interrogativi hanno una risposta unica!

 

In allegato comunicato e documentazione

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni