Passaggi di Qualifica - quota del 40% e 60% -

Ancora qualche dubbio, mercoledì alle 17,30 si chiude!!

Nazionale -

Lavoratori, si è, quasi, concluso il confronto sui passaggi di qualifica a capo squadra della quota del 40%,  mancano, almeno per noi solo alcuni dettagli.

La discussione si è articolata con l’apertura dell’amministrazione sul considerare tutti i corsi riconosciuti, oltre 90, svolti dal personale nei vari Comandi a fronte della prima posizione che indicava solo alcuni corsi probabilmente dettati da “intenditori”!

Ora i corsi di formazione di una settimana saranno tutti valutati ad esclusione di quelli basici di entrata, l’amministrazione prevede circa 13,000 domande ed una conclusione della valutazione nel mese di novembre, data presumibile di inizio corso della quota 40%.

Tutti i candidati per partecipare devono avere almeno due corsi per l’accesso tra quelli indicati nell’elenco, che verrà allegato domani sera all’accordo.

Come RdB/CUB, siamo molto scettici sulla possibilità di una nostra firma di avallo al nuovo decreto ministeriale, pur apprezzando l’accoglimento delle nostre critiche dove avevamo fatto rilavare che i corsi, precedentemente oggetto di valutazione, sembravano scritti appositamente per favorire pochi noti!

Abbiamo ulteriormente fatto rilevare che senza polemizzare sulla D.L.217/05, la quale ci ha posto nelle condizioni di ritardare sempre di più le aspettative dei lavorati, quello che ancora non condividiamo e di cui abbiamo chiesto la ri-scrittura del decreto come nostra (e pertanto dei lavoratori) esigenza politica: la differente valutazione del personale specialista che si potrebbe trovare nelle condizioni di non avere i due corsi necessari per accedere al concorso del 40%. Ciò verificato anche sulla base delle maggiori opportunità date al personale generico con l’allargamento dei corsi cui può accedere mentre per gli specialisti rimane molto risicata, non valorizzando la loro professionalità.

In serata vedremo se tali, ulteriori osservazioni, saranno accolte, altrimenti come  prevediamo sarà difficile dare il nostro consenso ad un decreto che in parte discrimina un pezzo di lavoratori.

A conclusione abbiamo chiesto notizie “certe” sulla quota del 60%. L’amministrazione al tavolo ha riferito di essere già pronta con le graduatorie che usciranno nella prossima settimana; dieci giorni di tempo per la scelta delle sedi dopodiché parte il corso di formazione della durata di tre mesi, senza specificarne le modalità.

A parte le questioni tecniche che pensiamo verranno concluse, dagli altri, in serata, riteniamo che i lavoratori devono fare un passaggio ulteriore di valutazione su quello che è stata la riforma dei vigili del fuoco. Una riforma che ha comportato solo orario di lavoro in più se vogliamo guadagnare qualche euro in piu, nessuna valutazione della nostra professionalità e tempi biblici anche per i passaggi di qualifica.

Noi abbiamo colto queste contraddizioni in tempi passati ora che anche voi li vivete personalmente vi chiediamo un sforzo culturale di appoggiare le battaglie della RdB/CUB, per un salario realmente adeguato al rischio che corriamo, senza scopiazzare altri enti dello Stato che andrebbero compianti per come sono ridotti!

 

Ti chiediamo di aderire alla RdB/CUB, non ti fare incantare dai pifferai che ti vorrebbero ancora di più gerarchicamente “comandabile”.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni