Parole d'ordine: razionalizzazione, accorpamento, chiusura.

Incontro con l’Amministrazione sul sistema di soccorso nel Corpo Nazionale

Nazionale -

Lavoratori,

nell’incontro, aperto brevemente dal capo del Corpo Ing. Pini, è stato presentato dall’Area dell’Emergenza un piano di lavoro improntato sulla “riorganizzazione e razionalizzazione” delle risorse umane e logistiche disponibili.

  1. Colonne mobili: saranno individuate le CC.MM.RR. che dovranno assicurare un pronto intervento logistico, completamente autonomo (da verificare la dislocazione – è probabile la divisione nord, centro, sud), a cui saranno dedicate con priorità le risorse finanziarie disponibili per ammodernare e adeguare le dotazioni logistiche e del macchinario. Le altre CC.MM.RR. saranno attrezzate solo per il soccorso tecnico e dotate di tende pneumatiche per un minimo di autonomia logistica “primordiale” ( w c, mensa, ecc.???).

Le risorse umane impiegabili nella prima fase dell’emergenza dovrebbero ammontare al massimo a 2400 unità distribuite su 8 campi base, ma il Dipartimento non è in grado di dotarsi con celerità di tutti i servizi logistici necessari per i campi, quindi, si sta studiando la possibilità di fare apposite convenzioni con le regioni perché provvedano alla logistica dei VV.F. impegnati nell’emergenza. Altri schemi di soccorro sono stati presentati, ma tutti improntati al risparmio; abbiamo l’impressione che, non solo avremo difficoltà come al solito nelle attività iniziali di soccorso sull’apporto logistico al personale impiegato nel soccorso. ma le regioni in periodo di tagli avranno difficoltà maggiori a sostenere pure le emergenze !

  1. Servizio aereo: c’è un piano di ridistribuzione degli elicotteri e per costituire dei nuclei di soccorso speciale di VVF. elitrasportati; da stipulare con le regioni ( diventeranno la nostra fonte economica cui attingere soldi !! secondo il dipartimento ) apposite convenzione per servizi di soccorso speciale per reperire risorse.

Il piano di ridistribuzione degli elicotteri ha lo scopo di ridurre i costi di gestione per effetto della necessità di addestramento del personale elicotterista su di una sola “linea di volo” (dare a ogni nucleo un solo tipo di elicottero – max 2 ).

Piano di distribuzione area nord: GE n. 2 AB 412, VA n. 2 AB412, TO n. 3 AB 206 (monoturbina – buoni solo per ricognizione), VE n. 2 A109E, BO n. 2 AB412.

Area centro: AR n. 2 AB 206, PE n. 2 AB 412, RM n. 3 AB 412 + n. 1 A109E, SS n. 2 AB412 (+1 AB206 da richiedere a Cagliari in base a esigenze stagionali),

Area sud: SA n. 3 AB206, BA n. 2 AB412, LAMEZIA TERME n…..AB412 , CT….

  1. Servizio sommozzatori: nel progetto i nuclei dovrebbero passare dagli attuali 28 a 21, con la chiusura e trasferimento di VT a FI, - GR a LI, - FE a BO, - SP a GE, - BR a BA, - SA a NA. Anche qui è tutto all’insegna della razionalizzazione delle risorse, in quanto un nucleo anche se non funziona h 24, ha comunque dei costi di attrezzature e mezzi.

  1. NBCR: ci sono in giro varie ipotesi di convenzioni (regioni ed ag. Dogane) per effettuare controlli sul territorio e negli scali containers; visto l’esiguità del personale nbcr, hanno rappresentato che sarebbe il caso di scorporalo dal soccorso ordinario e mantenerlo solo per i servizi attinenti !!

  1. Portuali: non è stato ancora sviluppato un piano di riordino del settore, anche se l’orientamento è quello di assicurare ai distaccamenti portuali il solo personale di condotta e di gestione dei mezzi navali; una squadra ordinaria terrestre potrà essere allocata nella stessa sede e essere orientata per i servizi a bordo, ma il Comando ne potrà disporre per gli interventi in ambito urbano: come volevasi dimostrare hanno tentato in tutti i modi di far passare questo modello, ora la decretano!

Concludendo: quasi tutte le OO.SS. hanno apprezzato il “lavoro” svolto dalle direzione centrale per l’emergenza – La USB si è astenuta da apprezzamenti; abbiamo notato che tutto è solo all’insegna di tagli e nient’altro e questo succede nonostante fino a poco tempo fa si spendessero parole per una diversa dislocazione del contingente Vigili del fuoco sul territorio, così da accorciare i tempi del soccorso, ma ora ci adeguiamo passivamente ai nuovi tagli del governo.

La discussione riprenderà a settembre, probabilmente ritoccando un altro poco anche le piante organiche, sempre all’insegna di RAZIONALIZZARE !! parola tanto in voga, da far sembrare i tagli qualcosa di normale!

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati