ON SottoSegretario con delega ai Vigili del Fuoco

Feriti 5 vigili del fuoco e 3 guardie giurate

Torino -

Egr. SottoSegretario questi sono i Pubblici Dipendenti che il  Ministro Brunetta e il Governo Berlusconi definisce "FANNULLONI" ?? L'RdB\CUB rigetta al mittente queste infamanti accuse.

 

"27/06/2008 TORINO — La telefonata al 115 aveva segnalato un incendio in alloggio, con probabile soccorso persona, in via Ivrea, zona Falchera. E l’autobotte dei vigili del fuoco, seguita da un’autoscala, ha lasciato la caserma di corso Regina Margherita alle 10,38. Con sirena e lampeggianti accesi, i due mezzi hanno imboccato corso Potenza. Tre minuti di marcia, spedita, in mezzo al traffico. All’incrocio con via Foligno il camion dei pompieri, con 5 persone a bordo, ha scartato due automobili che gli avevano ceduto il passo. Ancora pochi metri e si è trovato davanti un furgone portavalori della Mondialpol che ha occupato l’incrocio nonostante l’arrivo in sirena dei pompieri. E lo schianto è stato inevitabile.Nell’urto il furgone blu della società di portavalori, con il muso sventrato, si è girato su se stesso. Il conducente dell’Aps dei pompieri, invece, ha tentato l’impossibile per tenere il camion in carreggiata e non andarsi a schiantare contro le auto che provenivano in senso opposto. Ce l’ha fatta. Ma, dopo pochi metri, il mezzo si è rovesciato su un fianco, strisciando per qualche istante ancora sull’asfalto. Risultato finale: otto persone sono finite in ospedale: cinque vigili del fuoco e tre agenti Mondialpol. Un pompiere, invece, hanno dovuto estrarlo i soccorritori (altri vigili del fuoco) dalla cabina. Per fortuna nessuno di loro si è fatto male in modo grave. E si può davvero parlare di fortuna in questo incidente. Specialmente per l’autista del mezzo del 115 e per il collega che stava seduto dietro di lui. Il camion su cui viaggiavano si è, infatti, piegato dal loro lato. Loro si sono salvati perché indossavano il casco di protezione, praticamente distrutto nella lunga strisciata sull’asfalto, dopo aver capottato. Per ore, l’ultimo tratto di corso Potenza è rimasto parzialmente chiuso al traffico in direzione corso Grosseto. Poi, con l’arrivo delle autogrù, i mezzi sono stati recuperati e la strada finalmente liberata. La Stampa"

 

27/06/2008 TORINO — Uno spettacolare incidente, privo di tragiche conseguenze, è avvenuto ieri mattina in Corso Potenza, arteria del capoluogo piemontese che divide i quartieri di Lucento e Borgo Vittoria. Presso un incrocio un’autobotte dei vigili del fuoco si è scontrata con un furgone portavalori, ribaltandosi quasi completamente. L’autopompa si stava recando, evidentemente a velocità sostenuta, a spegnere un incendio in un alloggio. I feriti sono otto, nessuno dei quali in gravi condizioni. Cinque sono vigili del fuoco e tre guardie giurate della Mondialpol a bordo del furgone. I soccorsi sono intervenuti immediatamente. Attimi di paura per un pompiere che era rimasto incastrato tra le lamiere del mezzo. Un suo collega lo ha prontamente liberato. I feriti sono stati ricoverati al Cto e all’ospedale Maria Vittoria. Le cause dell’incidente sono ancora in via di accertamento. Il Giorno"

 

"27/06/2008 TORINO — Pompieri contro blindato: 8 feriti - L´autista Mondialpol non sente la sirena, carambola all´incrocio. I vigili del fuoco e le guardie giurate subito portate in ospedale. Traffico bloccato per ore. Il mezzo della Squadra 22 stava correndo in via Ivrea per un rogo in un alloggio.  La squadra 22 dei vigili del fuoco è partita dalla centrale di corso Regina Margherita alle 10,38 di ieri mattina: «Incendio in via Ivrea, brucia un appartamento». Cinque pompieri a bordo, compreso l´autista. Caschi in testa, sirene accese, lampeggianti luminosi azzurri in funzione. Stavano correndo verso le fiamme quando è successo. «All´incrocio con via Foligno due auto si sono bloccate per far passare i vigili del fuoco - racconta un testimone - ma il furgone blindato della Mondialpol è andato dritto come se non avesse sentito niente». È proprio quello che dovrebbe essere accaduto. Chiusi dentro il blindato, i tre agenti del Mondialpol non hanno sentito il grido delle sirene. Per loro l´unico riferimento è stato il semaforo verde. Stavano portando dei preziosi verso il deposito. «Ci hanno colpiti sulle ruote gemellari posteriori - racconta un pompiere coinvolto nello scontro - erano in fase di accelerazione». Impatto spaventoso. L´autopompa prima è schizzata di lato, poi si è ribaltata in mezzo alla strada. «Stavo giocando al video poker - racconta un cliente del Bar Doc, proprio sull´angolo del disastro - ho sentito un rumore terrificante. Quel mezzo dei pompieri ha preso il volo, ho pensato che sarebbero morti tutti». È andata molto meglio. Otto feriti trasportati al Cto e al Maria Vittoria, nessuno grave. Sono arrivate le autoambulanze del 118, polizia e vigili urbani. All´inizio la preoccupazione è stata fortissima. Con un pompiere rimasto incastrato dentro l´abitacolo. Con l´autista del blindato della Mondialpol in stato confusionale per l´urto contro il parabrezza. Per due ore, ieri mattina, la circolazione su corso Potenza è stata bloccata in direzione nord. Il tempo di soccorre tutti e fare i rilievi. Altri vigili del fuoco hanno liberato il compagno rimasto incastrato nel camion. Aveva segni sul casco impressionanti. Il geometra e perito dei pompieri, Enzo Ariu: «I feriti sono tutti codici gialli, per fortuna. Nessuno è in pericolo di vita. Il nostro mezzo viaggiava a sirene spiegate». Se essere a bordo di un blindato probabilmente ha impedito agli agenti di sentire, di sicuro ha attutito le conseguenze dello scontro. Distrutto il motore, sradicato il parabrezza, pezzi di parafango nel raggio di trenta metri. Ma l´abitacolo è rimasto integro. «L´autista non ha fatto in tempo ad accorgersi di nulla - racconta un agente della Mondialpol - l´impatto deve essere stato proprio sullo spigolo. Altrimenti non mi spiego come si sia potuto impennare un bestione del genere». Ricoverato al Cto, l´autista è stato sottoposto a una Tac, ha una frattura maxillo facciale e un trauma cranico. La Repubblica"

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni