Nota a verbale della RdB-Cub Pubblico Impiego

Allegata alla preintesa CCNL Comparto Aziende 2002-2005

 

 

Roma -

La RdB-Cub Pubblico Impiego, pur valutando inadeguata l’ipotesi di CCNL Comparto Aziende relativa alla parte economica e normativa, sottolinea come la preintesa sia stata possibile attraverso una rideterminazione salariale che supera le compatibilità previste dal Governo.

Le mobilitazioni dei lavoratori sul territorio, l’iniziativa e l’incontro a Palazzo Chigi il 20 gennaio 2004, hanno permesso uno stanziamento aggiuntivo da parte del Governo con un decreto-legge d’urgenza, in grado di stanziare ulteriori risorse economiche.

La preintesa, nella parte normativa, lascia insoluti alcuni punti fondamentali relativi alla formazione e all’ordinamento professionale. Per la parte economica, nonostante si preveda una rivalutazione salariale per quei lavoratori direttamente impiegati nelle attività di soccorso, rimane ancora lontana la prospettiva di un recupero salariale complessivo.

Il risultato di tale ipotesi è da attribuire interamente alle lotte dei lavoratori che permettono di rilanciare, a partire dal rinnovo del biennio economico 2004-2005, la volontà di raggiungere quegli obiettivi che permettono di ottenere un miglioramento delle condizioni generali di vita e di lavoro.

La sottoscrizione del CCNL definitiva è subordinata alla consultazione tra i lavoratori che la RdB-Cub P.I. avvierà attraverso lo strumento referendario.

In allegato la copia del documento originale

L’ipotesi contrattuale è allegata alla comunicazione del28 gennaio

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati