MANTOVA, SENZA ALLOGGIO MA COSTRETTI AL TRASLOCO

COMUNICATO STAMPA

Mantova -

Sono 24 i neo vigili del fuoco assegnati i primi di giugno al Comando di Mantova, ad essi secondo un decreto ministeriale del 2003 il n.296, spetterebbero gli alloggi temporanei fino ad un periodo di sei mesi – secondo quanto riferisce Gabriele Miele, sindacalista e coordinatore nazionale di USB VV.F. - appena arrivati e con grosso stupore, si sono invece trovati a dover cercare dei B&B, perché il Comando non ha possibilità di alloggiarli.

Il Comando non li alloggia ma li ha coinvolti nel trasloco della sede distaccata di Castiglione perché sarà interessata da interventi strutturali di messa a norma dal punto di vista dell’antisismicità. “Dopo il danno la beffa” - prosegue il sindacalista – che ha scritto al Comandante chiedendo spiegazioni di tale accaduto, che lamenta non solo la mancanza di spazi adeguati, ma il continuo turnover di vigili in uscita dalla sede.

E’ probabilmente colpa di situazioni come questa che ha reso il Comando di Mantova un Comando di passaggio piuttosto che di arrivo, – conclude il sindacalista -  che a questa situazione di disagio, non riscontrabile in altri Comandi, ne aggiunge di altre come quella della mancanza di armadietti.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni