Lettera sul FUA al Dirigente Provinciale Vigili del Fuoco di Roma

Accordo integrativo in data 30.11.2007 relativo alla distribuzione delle risorse del Fondo Unico di amministrazione per l’anno 2006

Roma -

Da verbale sottoscritto in data 30 Novembre u.s. presso il Ministero dell’Interno:

Il giorno 30 novembre 2007 presso il Ministero dell’Interno – Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile – si sono incontrate le delegazioni titolari della contrattazione collettiva integrativa a livello centrale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

La delegazione di parte pubblica era composta dal Prefetto Giuseppe Pecoraro Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile.

La delegazione di parte sindacale era composta dalle Organizzazioni Sindacali rappresentative del personale non direttivo e non dirigente e direttivo e dirigente del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Le parti, al termine dell’incontro

PREMESSO CHE

-     consapevoli di dover procedere con la massima urgenza alla definizione delle modalità di ripartizione della disponibilità residua del Fondo Unico di Amministrazione 2006, affinché le risorse siano impegnate entro il mese di dicembre;

-      dal tavolo di contrattazione è emersa la volontà condivisa di incrementare l’indennità di turno, connessa alla presenza, al fine di valorizzare l’attività del soccorso:

CONVENGONO

La somma disponibile del Fondo Unico di Amministrazione 2006, pari ad € 11.391.508,00 (importo lordo), derivante da risparmi ed economie di gestione, viene destinata al personale secondo le seguenti modalità:

 

  1. per € 3.181.420,00 (importo lordo) un’integrazione al personale destinatario dell’indennità di turno di cui all’art. 22 del CCNL quadriennio normativo 2002/2005, biennio economico 2002/2003 sottoscritto il 26 maggio 2004 (individuato con l’accordo stralcio in data 7 luglio 2004) ed al personale destinatario dell’indennità di cui alla lettera j) dell’art. 48, CCNL Comparto Aziende 1998/2001 (individuato con l’accordo stralcio in data 28 luglio 2004) pari ad € 1,00 per ogni turno effettuato nel corso dell’anno 2006.
  1. per € 53.200,00 (importo lordo) un compenso correlato all’effettiva presenza in servizio, ai sensi della lettera j) dell’art. 48 del CCNL 1998/2001 al personale informatico operativo dei Centri TLC che effettua un orario di lavoro in turnazione 12 – 36, pari ad € 4,00 per ciascun turno effettuato nel corso dell’anno 2006 e così determinato:

   a)  quanto ad € 3,00 commisurandolo all’importo di cui al menzionato accordo stralcio in data 28.07.2004;

b) quanto ad € 1,00 commisurandolo all’importo individuato al precedente punto 1).

3.  Per i restanti Euro 8.156.888,00 (importo lordo) un’indennità a titolo di una tantum distribuita in misura uguale a tutto il personale.

L’integrazione dell’indennità di turno di cui al punto 1) ed il compenso di cui al punto 2) si intendono limitati all’arco temporale così come sopra individuato, salvo successivi accordi che confermeranno tali indicazioni per gli anni futuri.

Dopo averLe ricordato quali fossero i punti salienti dell’accordo, le rammentiamo che a tutt’oggi al comando di Roma il personale non ha ancora percepito, al contrario della quasi totalità degli altri comandi d’Italia, l’una-tantum e l’incremento dell’indennità di turno.

 
Le rammentiamo che l’Amministrazione Centrale aveva garantito che i lavoratori avrebbero percepito tali somme nel mese di marzo u.s.; cosa che puntualmente questo comando ha disatteso. Ci auguriamo che tale disservizio non venga ascritto, come consuetudine di questo ufficio, a cause derivanti dalla difficoltà del Settore Finanziario nel gestire poco più di un migliaio di dipendenti, poiché ciò avvalorerebbe il dubbio della scrivente O.S. che le “riorganizzazioni” dei vari uffici attuati dall’attuale dirigenza, oltre a non aver prodotto alcun vantaggio per l’Amministrazione, abbiano aggravato disservizi e disagi per i lavoratori.

 
La RdB-CUB pertanto chiede con la massima sollecitudine che questa Amministrazione Provinciale provveda, in tempi strettissimi, a liquidare al personale le somme spettanti secondo l’accordo sopra riportato.

 
La RdB-CUB chiede inoltre i motivi del ritardo e se l’Amministrazione intenda disporre iniziative al fine di rendere realmente funzionale ed efficace il Settore Finanziario visto che ad oggi la “riorganizzazione” attuata non ha prodotto alcun giovamento al personale.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni