LE SICUREZZE DEL COMPARTO SICUREZZA (II PUNTATA)

Trieste -

Lavoratori,

come certamente ricorderete, qualche tempo fa ci eravamo occupati della repentina soppressione dei nuclei periferici dei carabinieri subacquei.

Un articolo dell'aprile 2013 di PIANETA COBAR (sito della rappresentanza militare dei carabinieri) confermava che "In questo mese, con l'assenso del Ministro della Difesa vengono chiusi nuclei subacquei, lasciando solo tre punti a livello nazionale, nord, centro e sud.  Il servizio navale viene contratto di 48 siti e di 50 unità navali, lasciando nemmeno il 50% di quello che era l'organizzazione territoriale nazionale del servizio navale dell'Arma dei Carabinieri"(omissis).

A meno di un anno di distanza, è la polizia di stato a subire pesanti ridimensionamenti: dall'ANSA del 20 febbraio u.s.:"...Chiusura di una dozzina di commissariati; cancellazione delle squadre nautiche, di una ventina di presidi della Stradale e di una trentina di quelli della Polfer; polizia postale solo dove sono presenti le Corti d'Appello, solo tre maxi poli per la formazione degli agenti di polizia...".

Forse saremo un po’ duri di comprendonio, ma non percepiamo le meraviglie di questo comparto, dove in un batter di ciglio chiudono specialità e sezioni, ed a cui qualche improbabile sirena vuole attrarci.

Ciò che distingue queste istituzioni dai Vigili del Fuoco è il possesso di un arma, è ciò non è trascurabile perché definisce chiaramente il ruolo civile del Corpo Nazionale e ne esclude ogni impiego repressivo.

Le caratteristiche del nostro lavoro sono estremamente distintive ed è per queste che noi richiediamo il giusto riconoscimento e non sull'acquisizione di mansioni che non ci appartengono.

SCIMMIOTTARE CHI SVOLGE ALTRI COMPITI, NELLA VANA SPERANZA DI OTTENERE IMPROBABILI BENEFICI, SIGNIFICA NON CONOSCERE LA NOSTRA STORIA E DIMOSTRARE UNA MANCANZA DI DIGNITÀ PROFESSIONALE.

Anche noi Vigili del Fuoco forse non riusciremo a sottrarci a ridimensionamenti indiscriminati ma, almeno fino a quando i sindacati avranno un minimo di voce in capitolo, cosa che nel "comparto sicurezza" è meramente formale, tenteremo di opporci fermamente, paradossalmente assieme, così pare , anche a coloro che anelano a diventare i fratelli minori di militari e forze di polizia.

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni