La RdB va in Comune

Allo scopo di sensibilizzare gli enti locali la RdB di Milano il 14 maggio scorso ha avuto un incontro con l'assessore del comune

 

Milano -

Lavoratori,

sempre allo scopo di sensibilizzare e responsabilizzare gli enti locali sulle nostre problematiche, in data 14 maggio u.s., ci siamo incontrati con l’Assessore alla PC del comune di Milano, Ing. Manca.

Anche in questa occasione, per chiarire l’attività dei VVF, abbiamo dovuto elencare le incombenze della categoria derivanti dai compiti istituzionali e quelle che non vi rientrerebbero, ma che in molti casi (obtorto collo) i VVF si trovano obbligati a dover effettuare; vedi coinvolgimento in attività antiterrorismo, servizi di ordine pubblico, sfratti, sgomberi, bonifica vespe, ecc.ecc., che oltretutto distolgono le squadre dal legittimo soccorso alla popolazione.

Il nostro intervento si è concentrato poi sul recente DDL presentato dall’amministrazione e il conseguente tentativo di rimilitarizzare i VVF, in netta antitesi con le posizioni della RdB, ma anche di alcuni rappresentanti dell’attuale maggioranza, a partire dal Premier Berlusconi il quale, a detta di rappresentanti dell’UTG di Milano in una recente riunione, condividerebbe la collocazione dei VVF alle dirette dipendenze della Presidenza del Consiglio dei Ministri (!?!)

Ci siamo soffermati anche su quel particolare fenomeno che la scienza moderna definisce “SEMPITERNUS SIPHONARIUS MIGRATIO”, cioè la sintomatologia a causa della quale dal momento dell’assunzione fino ai passaggi di qualifica, il Vigile del Fuoco è costretto a vagare per l’italica nazione e che potrebbe essere in buona parte curata con un’assunzione massiccia... di discontinui.

Al termine dell’incontro, nel chiederci una relazione scritta delle nostre istanze, il rappresentante del comune di Milano, ci ha assicurato che avrebbe contattato la segreteria del Ministro Pisanu, per schiarirsi le idee sulla situazione “VVF” ed effettuare interventi più mirati.

Come sempre valuteremo la sostanza degli impegni assunti e vi informeremo sugli eventuali sviluppi.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni