La Comicità del Ministro Scajola

L'Intervento del Ministro per sopperire alle note carenze che affliggono il Corpo nazionale dei vigili del fuoco

 

 

 

 

Roma -

Ad avvalorare il servizio mandato in onda da Striscia la Notizia il 16 aprile scorso sulla visita del Ministro presso l'Istituto Superiore antincendi del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, pubblichiamo copia della lettera pervenutaci via e-mail da un aspirante vigile del fuoco.

Ad una recente visita presso l’Istituto Superiore Antincendi di Roma, il Ministro Scajola, ha dato nuovamente dimostrazione, del suo totale disinteresse verso i gravi problemi del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco.

Scorrendo il testo del suo intervento (reperibile, nel sito www.interno.it, in occasione della sua “escursione” nelle strutture VV.F., ci si imbatte in una montagna di assurdità.

Prima fra tutte, quando Scajola, sperando di trovare degli stimoli per risolvere i problemi dei “pompieri”, dichiara di volersi affidare al buon esito della fiction televisiva di Rai Uno - “Io ti salverò” con Massimo Ranieri(che interpreterà un vigile del fuoco),dicendo che “…sono cose che aiutano, anche tutto il procedere governativo e legislativo…”.

Sarei curioso di sapere quali delle pietose condizioni in cui versa il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, il “simpatico” Ministro, riuscirà ad affrontare per prima..magari quella relativa al fatto che in Italia su 57 milioni di abitanti ci sono SOLO 25.OOO Vigili del Fuoco, oppure che più di ¾ dei Comuni italiani sono sprovvisti di un presidio di VV.F. o forse, quella che in numerosi Comandi Provinciali, gli uomini del 115, sono costretti ad usare automezzi che hanno venti anni di vita?

Certo…che è triste pensare che tutto questo, dipenderà dallo share che la suddetta trasmissione riuscirà ad ottenere!!

Altrettanto ridicola e consentitemi a dir poco menzognera, è la sua dichiarazione, quando dice “in questi pochi mesi, che svolgo la funzione di Ministro dell’Interno, ho occupato molto del mio tempo per interessarmi dei vostri problemi e del vostro settore…”: ebbene l’onorevole Scajola, ha incontrato le organizzazioni sindacali dei VV.F. dopo circa 9 mesi dal suo insediamento, malgrado la situazione presso tutti i Comandi provinciali, per l’insufficienza di uomini, mezzi, attrezzature e strutture, sia prossima al tracollo!

L’acme del grottesco, il Ministro Scajola lo tocca, quando in riferimento all’urgente ed essenziale necessità di adeguare l’organico VV.F., pronuncia le testuali parole “…ciò sarà possibile…..soltanto in presenza di una azione parallela molto forte, per un coinvolgimento della componente volontaria del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco…”.

I volontari dei Vigili del Fuoco sono poco più di 4 mila e la maggior parte di essi è concentrata nel Nord- Centro Italia…ed anche loro hanno grossi problemi di personale, automezzi e strutture.

Il Ministro Scajola, dimentica che da qualche anno, ha a sua disposizione una graduatoria (che rischia di essere chiusa!!!) di circa 5.000 idonei al concorso per Vigili del Fuoco e che sino ad oggi,di questi ne sono stati assunti nemmeno la metà!

Non bisogna inoltre scordare una cosa importante: qualora dovessero essere assunti tutti gli idonei al concorso sopra citato, questi non basterebbero a colmare il numero di pensionamenti del personale VV.F., dato che le assunzioni nel Corpo Nazionale Vigili del Fuoco, si fanno una volta ogni 5-6 anni.

Concludendo vorrei invitare il Ministro dell’Interno a fare meglio il proprio lavoro, poiché fino ad oggi, nonostante tutto, ci ha fatto solo “sorridere” ed in particolare di ricordarsi dei Vigili del Fuoco, non solo in occasione dei funerali di Stato (Via Ventotene, docet)!

maves73

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni