Italia paese dalle catastrofi annunciate.

Nazionale -

Lavoratori,

a seguito di quanto sta avvenendo nel Paese Italia, non solo a livello di calamità naturali, ci riferiamo alle modifiche che si vogliono apportare al sistema di protezione civile con il Decreto Legge recentemente approvato dal Governo, l’Unione Sindacale di Base dei Vigili del Fuoco ha chiesto un incontro con il Presidente delle Regioni Dr. Vasco Errani per avviare un confronto con le Regioni prima che il Decreto-Legge venga approvato con il loro parere. (si allega lettera)

Questa richiesta si va ad aggiungere all’interrogazione parlamentare presentata alla presidenza del consiglio dei ministri dai senatori PEDICA (IDV) e BIONDELLI (PD), che prevede la collocazione dei vigili del fuoco in un nuovo e moderno sistema di protezione civile, che riconosca la struttura portante di un sistema di soccorso nel paese e non relegati a manovalanza.


Al Dr. Vasco Errani Presidente

Conferenza Regioni Via Parigi, ROMA

Egregio Presidente,

come Lei ben saprà il sistema nazione di Protezione Civile nel Paese presenta lacunose procedure, in particolare nelle prime fase emergenziali, ma soprattutto cosa è cambiato nel tessuto sociale dopo gli scandali che la hanno investita ma sopratutto dal punto di vista nostro, Il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco.

Ormai da anni anzi possiamo dire ad ogni catastrofe naturale e non i Vigili del Fuoco sono quelle persone che hanno la gestione immediata del disastro, il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco è la struttura che subito dopo la fase contingente del soccorso si interroga e discute sulla gestione delle operazioni di soccorso e successivamente si interroga per capire se questa esperienza può servire per fare fronte e contenere successivi catastrofe.

Oggi alla luce di modifiche che si vogliono apportare al sistema di protezione civile – ci riferiamo al Decreto Legge recentemente approvato dal Governo - pensiamo sia necessario un momento di sintesi politica al fine di affinare le procedure di emergenza nel paese.

La scrivente Organizzazione sindacale ha già avviato un dibattito politico pubblico con il Convegno tenutosi lo scorso 27 Aprile a Grosseto presso la sala Conferenze della Provincia di Grosseto – località nota per i gravissimi avvenimenti della Concordia - con la partecipazione di esponenti politici del Partito Democratico e dell’Italia dei Valori.

Usb –Vigili del Fuoco ha elaborato una propria proposta di Riforma della Protezione Civile nella quale si individuano necessariamente nelle prime fasi emergenziali le modalità di intervento e la gestione dell’emergenza per evitare disorganizzazioni e mancanze di responsabilità, lasciando la fase successiva agli enti locali o ministeri per gli interventi post emergenza.

La Riforma decisa dal Governo ci sembra invece diretta verso un depotenziamento sostanziale se non una totale esclusione del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, insomma una sorta di “privatizzazione del soccorso“ e purtroppo proprio in queste ore, nella Sua regione, si potrebbero concretizzare gli effetti gravissimi di questa Riforma.

Le chiediamo quindi un incontro per prospettare quanto la USB del Corpo nazionale V.V.F, stà predisponendo alla luce delle modifiche di cui sopra e avviare un confronto con le Regioni prima che il Decreto-Legge venga approvato con il loro parere.

In attesa di sollecito e positivo riscontro inviamo distinti saluti.

Paola Palmieri                              Antonio Jiritano

Esecutivo Confederale USB            Coordinamento Nazionale VVF


Dr. Vasco Errani

Interrogazione Pedica-Biondelli

Presidente Conferenza Regioni

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni