INCONTRO CON IL DIRETTORE REGIONALE VVF LOMBARDIA

COORDINAMENTI REGIONALI VIGILI FUOCO LOMBARDIA CISL UIL RdB

Milano -

Le scriventi OO.SS., in data 19-05-09 hanno partecipato all’incontro con il DR Lombardia  che aveva convocato le OO.SS., per discutere gli avvicendamenti nelle zone sismiche del personale operativo e sulla sala operativa regionale.

Rispetto alla calamità, prevedendo una ulteriore riduzione di personale, ci è stata proposto un invio con turnazione alternata delle sezioni operative per i comandi con maggiori problematiche di organico, lasciando invariato il contingente per i comandi di milano, bergamo, brescia e varese (quelli coincidenti con le sedi aeroportuali).

La controproposta è stata quella invece quella di formare una sezione operativa con due comandi cosiddetti minori (accorpamento), intervenendo anche sui comandi più grandi, in caso di ulteriore riduzione, questo per dare la possibilità a tutto il personale della regione, di mantenere la presenza nelle zone sismiche.

Sono state chieste anche informazioni, al momento non disponibili, sull’eventuale attuazione della terza fase (15 gg).

Altresì è stato chiesto che CS e/o personale specialista in genere, non facesse da autista ai Funzionari.

È’ emersa anche la volontà dei volontari di partecipare a tali attività, iniziativa che è stata condivisa a patto di ovvie e precise regole esistenti. Sono invece stati stigmatizzati alcuni articoli apparsi sui media, che invece attribuivano, falsamente, alla volontà delle OO.SS. regionali (di Lombardia e Piemonte, ndr) il loro mancato coinvolgimento.

Sulla sala operativa regionale, il DR ha rappresentato le difficoltà che si sono evidenziate nella gestione, in particolare in questo periodo, evidenziando la carenza di personale per gestire al meglio il settore, per il quale ritiene opportuno una integrazione con almeno 4 unità operative.

A tal proposito ci è stato rappresentato che le percentuali delle carenze di qualificati, a milano sarebbero nettamente inferiori al resto del territorio regionale!?!...

Restando in attesa di relativa documentazione che attesti quanto sopra, allo stato attuale ci risulta il seguente quadro:

 dotazione organica prevista nel  2007:  VP 1 CS 6 CR 6 ISP 3

 nuova dotazione organica 2008: VP 0  CS 14 CR 2 ISP 6

situazione attuale VP 2 CS  15 CR 3 ISP 2

 

Comprendendo le necessità, le OO.SS. hanno però rappresentato le carenze drammatiche in tutti i comandi, compreso quello di milano, dove solitamente viene attinto il personale della DR.

In ogni caso è stato proposto di sopperire temporaneamente, razionalizzando il personale operativo e coinvolgendo personale della carriera direttiva, rispetto alle mansioni di coordinamento delle attività di CMR, Automezzi e NBCR, eventualmente attingendo personale presso i comandi che hanno organici a regime.

Medesima soluzione è stata proposta per il personale amministrativo.

Ovviamente è stato ribadito che tale soluzione è da ritenersi temporanea, fin tanto che gli organici dei qualificati non vadano a regime, dando al contempo disponibilità all’avvio di una discussione organizzativa dei compiti e dell’organizzazione complessiva della DR.

Per la cronaca la posizione delle restanti sigle, è stata favorevole alla ricerca e all’assegnazione.

Senza entrare nel merito delle posizioni, ci ha stupito la proposta di una o.s. di coinvolgere addirittura il Capo Dipartimento, per decretare il trasferimento del personale operativo alla DR.

Certo che, qualora dovesse venire adottata questa procedura, chiederemo anche noi al Capo Dipartimento di assegnare “definitivamente” il comandante di cremona (assente a titolo continuativo da anni!), o di autorizzare corsi regionali o provinciali, per istruttori patenti terrestri e nautiche, viste le continue mobilità e assegnazioni di VP senza l’abilitazione alla guida.

Staremo a vedere se verrà adottata questa nuova procedura “creativa”, certamente abbiamo ribadito la necessità di discutere l’organizzazione della Direzione Regionale ed abbiamo precisato che è nostra volontà sostenere con coerenza le necessità della stessa, ma anche di tutti i comandi provincial.

Per quanto riguarda le richieste ed i quesiti inoltrati precedentemente dalle OO.SS., iI Direttore ha comunicato che fornirà le relative risposte, convocando una successiva riunione, per lo specifico problema di alcune sedi della regione.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati