IL NUOVO COMPARTO E I NUOVI SPRECHI!!!

Bologna -

 

Ecco i "benefici" della riforma, della 252/04 e del dl.217/05 del nuovo comparto e del fallimentare tentativo di equiparazione alle altre forze che operano nel campo della sicurezza! Ci mandano a fare i corsi a Nettuno, con poli didattici pronti nelle varie regioni costati fior di milioni, ci mandano a fare concorsi a Roma con spese esagerate per l’amministrazione che deve pagare treni ed aerei a migliaia di uomini, senza considerare i disagi per chi deve recarsi nella capitale da 1 a 3 volte a seconda dei casi.

Noi, come RdB\CUB denunciamo l’assurdità di questo sistema e denunciamo lo sperpero di risorse che potrebbero essere utilizzate per fini migliori.

La progressione di carriera strutturata in questa maniera è l’ennesima presa in giro di un amministrazione in totale confusione che non sa come recepire le nuove norme, che comprende i limiti di questo nuovo comparto ma non riesce o non vuole reagire.

In compenso è interessante notare come l’apparato prefettizio sia decuplicato. Non vorremmo essere in malafede, ma qualche dubbio nasce. Quei sindacati che ci spingono verso il comparto sicurezza che scopo hanno? Al soldo di chi sono? Di chi fanno il vero interesse? Diffidate dunque dai falsi miti, dalle false promesse. Allo stato attuale le forze di polizia sono esentate dall’art. 71 del famigerato decreto brunetta, noi Vigili del Fuoco invece abbiamo ricevuto una vaga promessa di un interessamento futuro del governo! Vi chiediamo quanto ancora volete farvi prendere per i fondelli! E’ venuto il momento di dire BASTA agli sprechi, BASTA alle scelte scellerate, BASTA ai sindacalisti arrivisti ed ipocriti.

Noi, come RdB\CUB abbiamo da anni un progetto concreto che si oppone all’attuale comparto, è il progetto del Corpo Nazionale di Protezione Civile. Una proposta di legge arenata in parlamento dal 2002. Questa è l’unica proposta che risponde ad una vera riqualificazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, che non sono questurini ma Pompieri! Chi propaganda il comparto sicurezza è contro i lavoratori e fa disinformazione. Grazie a questi sciagurati personaggi che si gloriano di delegittimare il sindacato, abbiamo perso agibilità sindacale e con essa molti diritti importanti. Con l’ossessione della produttività i nostri amministratori si sono inventati istituti accessori come la reperibilità per distribuire soldi già nostri, in maniera bizzarra ed iniqua. Mascherando sotto il segno della produttività l’ennesima vergogna, l’ennesimo sperpero di denaro. Infatti si sta assistendo all’uso dello straordinario in modo ingiustificato, con l’unico scopo di finire i fondi a disposizione. Un metodo che si presta al clientelismo e ad una gestione poco trasparente. Inoltre l’RdB CUB aveva chiesto di utilizzare gli stessi anche per il mantenimento delle varie professionalità e questo in molti Comandi non è avvenuto. Consideriamo poi che nel nuovo regolamento oltre il saluto, i gradi, la patacca/distintivo e le regole comportamentali anche fuori dall’orario di servizio, c’è la proposta di rendere obbligatori i servizi come la reperibilità. Quindi il futuro è lavorare più per quattro soldi, magari spartiti in maniera clientelare a seconda dei Comandi. La solita guerra tra poveri! Intanto i nostri dirigenti hanno stipendi da nababbi (dagli 80.000 ai 130.000 euro l’anno).

Solo la piazza potrà ridarci la dignità che ci spetta!!

PROCLAMATO LO SCIOPERO GENERALE DI CATEGORIA IL 10 OTTOBRE, PER:

-          IL RINNOVO DEL CONTRATTO

-          PER LA MOBILITA’ DEI CAPI SQUADRA

-          CONTRO L’ATTUALE SISTEMA DEI PASSAGGI DI QUALIFICA

-          CONTRO IL DECRETO BRUNETTA

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni