IL CONFRONTO CON IL DATORE DI LAVORO E' UN DIRITTO... NON UNA CONCESSIONE!!!

Reggio Emilia -

Lavoratori,

USB  ha aderito ad  uno stato d’agitazione provinciale “unitario” con le altre OO.SS. non perché ne condividiamo la linea politica, ma perché l'assenza di dialogo/confronto con la dirigenza periferica di Reggio Emilia è un problema oggettivo che colpisce tutta la classe lavoratrice. Ed è dovere di un Sindacato difendere il diritto ad un confronto tra le parti.  

Il dirigente del Comando di Reggio Emilia sta praticamente gestendo le relazioni sindacali in modo fuori dal comune e da quelle che sono le regole a tutela dei diritti dei lavoratori: il dialogo costruttivo è un diritto universale per le OO.SS.  e gli atteggiamenti del dirigente non stanno preservando tale diritto.

Senza dialogo non è possibile la tutela dei lavoratori.

Ecco perché per la prima volta USB si presenterà al tavolo di raffreddamento, che sarà presto convocato, insieme alle altre OO.SS.! Quindi troverete il logo di USB, unica che non ha firmato il riordino insieme alle altre sigle sindacali che del “riordino” sono complici.

Anche l'atteggiamento assunto da questa dirigenza è frutto della politica della Legge 252 e del DL 271 che di fatto sta distruggendo il CNVVF e la dignità dei lavoratori tutti, USB non ha niente da condividere politicamente con i firmaioli.... Questo lo gridiamo ad alta voce per evitare che si  generi confusione tra i lavoratori.

 

USB è l’unico sindacato di base a tutela dei lavoratori del CNVVF che stanno vedendo pian  piano distruggere tutta una serie di diritti e di conquiste fatte con il sudore dei lavoratori negli anni passati, con la complicità delle altre OO.SS.!!!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni