IL COMPARTO È SBAGLIATO!!!

ABBIAMO SBAGLIATO A SCEGLIERE LA PARTE IN CUI STARE

Gorizia -

Lavoratori,

non vogliamo entrare in una sterile polemica, non vogliamo iniziare una lunga e noiosa riflessione per dimostrare come siamo sempre più  certi della correttezza delle nostre tesi, ci limitiamo a segnalare questa notizia: al Ministero dell’ interno presso il Dipartimento dei Vigili del Fuoco...non tutti godono delle stesse aspettative contrattuali. Il contratto di lavoro dei Prefetti, che dirigono il Dipartimento, è realmente diverso dal nostro.  

In relazione alla distribuzione delle risorse, l’aumento mensile netto per i viceprefetti aggiunti è di 200 euro, per i viceprefetti di 300 euro, mentre per i Prefetti l’aumento varia da un minimo di 450 euro per la fascia B ad un massimo di 630 euro per la fascia A super.

Va ricordato che esiste la possibilità per un Prefetto di avere altri incarichi e funzioni mantenendo posizione e stipendio presso il Ministero. Ad esempio quella di amministratori straordinari, con relative indennità. Al momento sono 31 quelli a capo di comuni sciolti per infiltrazioni mafiose, con una retribuzione di posizione di 5.760 euro e un ulteriore compenso a carico degli enti locali parametrato sul 50% di quello del sindaco che sostituiscono. Da pensionati prendono l’80% della retribuzione, quelli di massimo livello a riposo godono di almeno 6.320 euro mensili. Hanno la possibilità, anche da pensionati, di vedersi affidati incarichi presso Ministeri. Sono 24 oggi e dal Ministero ricevono 4.855 euro al mese, più eventuale indennità aggiuntiva attribuita dall’Amministrazione di destinazione.

È noto che larga parte del pubblico impiego viene ormai indicata come una delle cause della crisi del sistema, ma sorpresa delle sorprese, ci sono settori che non risentono della crisi.

Se da una parte si insiste sulla necessità di ridurre la Pubblica Amministrazione di 27 mila dipendenti, dall’ altra si è sempre pronti a trovare risorse per pochi, costosissimi dirigenti del Viminale.

Il contratto dei Vigili del Fuoco, invece, dorme sogni profondi e non ci è dato sapere se il risveglio sarà a breve.

Che dire ancora? Sarà bene che i lavoratori riflettano sul fatto di essere inseriti in un Ministero dell’ Interno e in un Comparto Sicurezza dove solamente la parte dirigenziale ( e non tutta..) riceve aumenti salariali e prima di decidere quale battaglia abbracciare, si facciano una idea su quale sia la situazione e i numeri in gioco.

SIAMO SICURI CHE CI SIANO ANCORA RISORSE PER I VIGILI DEL FUOCO DENTRO IL MINISTERO DELL’INTERNO???

FORSE ABBIAMO SBAGLIATO POSTO!!!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni