Il 12 aprile saremo a Parma a contestare Confindustria

Comunicato Stampa Confederazione Unitaria di Base

 

 

 

 

Roma -

Dopo che l’assise di Confindustria di Parma dello scorso anno è stata caratterizzata dalla perfetta identità di vedute tra Berlusconi e D’Amato, tanto da indurre il governo ad assumere, e cercare di praticare, i dettami padronali, quest’anno “lor signori” troveranno ad attenderli i flessibili, i precari, gli operai e gli impiegati a cui vogliono togliere l’articolo 18.

La CUB, mentre prepara lo SCIOPERO GENERALE NAZIONALE proclamato dal sindacalismo di base per il 16 Aprile, con manifestazioni assolutamente indipendenti da quelle di Cgil, Cisl e UiL, si recherà venerdì 12 aprile a Parma per contestare le scelte di Confindustria sempre più animate dall’esigenza di avere da una parte il massimo sostegno dello Stato alle imprese e dall’altra di chiedere, sempre allo Stato, di togliere di mezzo i diritti del lavoro per incrementare i propri profitti senza alcuna propensione alla redistribuzione.

 

 

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni