I Vigili del Fuoco senza mezzi e uomini in una giornata di emergenza

documento unitario RdB\CUB & Confsal

Bari -

Al Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco Pref. Francesco Paolo Tronca

Capo del C.N.VV.F. - Vice Capo Dipartimento Vicario Ing. Antonio Gambardella

Al Prefetto di Bari Pref. Carlo Schilardi

Al Direttore Regionale VV.F. Puglia Ing. Davide Meta

 e.p.c.

Al Comando Provinciale VV.F. Bari Ing. Giovanni Micunco

Alla Segreteria Nazionale Confsal VV.F

Al Coordinamento Nazionale RdB\CUB

Organi di Stampa

A Tutti i lavoratori

 

Oggetto: I Vigili del Fuoco senza mezzi e uomini in una giornata di emergenza

 

Nella giornata del 11/12/2008, nelle prime ore della mattinata sono incominciate a pervenire presso la Sala Operativa del Comando di Bari centinaia di chiamate per intervento di soccorso, per alberi pericolanti, alberi caduti sulle scuole, sulle autovetture e sulla sede stradale, tetti, pensiline e cornicioni crollati, autovetture impantanate e sottopassi allagati, oltre agli interventi di soccorso a persona ecc.

Tutto ha inizio nelle prime ore della mattinata causa le avverse condizioni meteo che hanno colpito tutta la provincia di Bari e la stessa città, in particolare Gravina, Altamura, Gioia del Colle, Noci e paesi limitrofi, sono arrivate tantissime chiamate di soccorso ai vigili del fuoco, molte delle quali anche avendo delle priorità, non si riuscivano a smaltirle nei tempi dovuti e in molti casi sono rimaste in attesa per molto, troppo tempo, causa la carenza di uomini e mezzi di soccorso.

             Si è provveduto a richiamare personale di turno libero; i vigili del fuoco baresi a causa della disorganizzazione del Comando nello svolgere il proprio dovere in alcuni casi sono stati insultati e malmenati dalla popolazione esasperata. I vigili del fuoco sono dovuti  arrivare persino in alcuni casi, a richiesta l’ausilio della polizia; molti interventi non sono stati evasi perché nel Comando di Bari mancavano le APS e i mezzi adeguati per fronteggiare un’emergenza “ordinaria” per una struttura quale quella del CNVVF. E’ stato chiesto anche l’ausilio dei Comandi VV.F. di Brindisi e Foggia, per ottemperare agli innumerevoli interventi; i lavoratori hanno dovuto saltare anche il vitto che dopo ore di lavoro riteniamo che sia dovuto e necessario per il sostentamento psicofisico.

 

In questi giorni presso il Comando di Bari ci sono state e sono ancora in corso delle vertenze e uno stato di agitazione dichiarato, dove il Comando ha negato al personale qualificato la possibilità del mantenimento delle patenti terrestri di 3° e 4° grado, non distribuendo cosi a tutto il personale il fondo FUA e andando contro la contrattazione sindacale fatta. Il personale nonostante la disattenzione di questa Amministrazione ha svolgendo il proprio lavoro con dedizione e senso di responsabilità prestando soccorso alla popolazione rendendosi disponibile a guidare i mezzi di soccorso indistintamente scendo la qualifica portando dando il proprio contributo affinché i soccorsi arrivassero nel più breve tempo possibile.

La denuncia di RdB\CUB e Confsal è rivolta a chi gestisce il Comando, che come sempre non si interessa del soccorso tecnico urgente, ma di come avere le promozioni o di fare le lotte nei palazzi del potere per averle, in questo Comando s’intreccia spesso la politica con l’incarico che si ricopre, dimenticandosi del soccorso, che è portato avanti con spirito di abnegazione e dell’attaccamento al Corpo da uomini che con il loro sacrificio personale assicurano il soccorso tecnico urgente in tutta la provincia.

         Queste OO.SS., denunciano altresì che l’unità di crisi insediata presso la Prefettura di Bari, non abbia coordinato e supportato il lavoro dei vigili del fuoco sul territorio, il personale si è dovuto sobbarcare interventi su interventi e con altre centinaia di richieste rimaste in attesa di essere evase, non si è riusciti ad alleggerire il lavoro del personale dei  vigili del fuoco anzi dalla Prefettura arrivavano altre richieste d’intervento.

Di sicuro sul territorio chi ha lavorato sono stati i Vigili Del Fuoco ai quali manca l’apparato di pubbliche relazioni per dare la giusta visibilità, al contrario di chi cura bene l’immagine ai quale saranno accreditati i meriti della gestione di questa crisi.

         Un grazie va a tutti i nostri colleghi, che come sempre hanno un cuore grande quanto l’universo e anche alla polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia municipale delle zone colpite, che hanno collaborato e supportato il nostro lavoro.

         Queste OO.SS., chiedono all’Amministrazione Centrale di intervenire affinché il Comando di Bari possa affrontare adeguatamente queste emergenze con Uomini, Mezzi e attrezzature, e con Dirigenti all’altezza di Dirigere un Comando Metropolitano come Bari.

 

Il Segretario Provinciale Confsal VV.F     -      Il Coordinatore Provinciale RdB/CUB VV.F.

                                                  Domenico Damiani                                Domenico Sciacovelli

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni