"GENI AL LAVORO - VIETATO DISTURBARE!"

IN VIA MESSINA C’E’ TRAFFICO!

Milano -

Alè, un’altra trovata…

Domenica 15 aprile, dopo “ben due giorni di preavviso” , sono stati attivati gli accessi alla sede centrale, non più da via Messina, ma dalle vie Tartaglia e Procaccini.

Certo il progetto non era una novità... la realizzazione si!

Infatti nel progetto di completamento dell’ampia zona parcheggio, già ai tempi era previsto l’accesso tramite badge in possesso del personale dipendente.

Per ovvi motivi, realizzato il parcheggio, l’utilizzazione di tali accessi fù rimandata all’installazione di sistemi automatici e di videosorveglianza.

… a questo punto sarà scattata la magnifica pensata: se il parcheggio è pronto, perchè aspettare l’installazione di videocamere e altre diavolerie elettroniche?

C’è questo famoso “vento dell’innovazione” che a Milano soffia da tutte le parti, figurarsi se ci si può fermare davanti a queste bazzecole!

E allora via con l’OdG n° 5 e oplà il gioco è fatto!

Però se ci si sposta in una zona riparata dal “vento” e ci si ferma a riflettere, magari ci si chiede:

Perché tutta questa fretta?

Sarà un problema di sicurezza?

Senz’altro no, perchè nella disposizione leggiamo che i fornitori della mensa hanno libero accesso dalla vecchia entrata e anche gli altri fornitori ed ospiti (?) potranno accedere da tale ingresso, previo contatto con gli incaricati di settore (!?!...)

Allora si vorrà agevolare il personale dipendente?

Soprattutto senza telecamere e badge funzionanti, pensiamo proprio di no.

A parte gli orari di apertura previsti sia per gli operativi che per gli amministrativi, resta il problema di tutto il personale che a vario titolo transita nella sede e non solo per necessità private, ma anche dipendenti dalle attività del comando (vigilanze, corsi DLgs 81, prevenzioni, ecc.).

Ci siamo, forse è per mantenere in esercizio il personale di porta?

Certo fargli fare avanti indietro tutto il giorno da via Messina a via Tartaglia, è un bell’esercizio aerobico…eh si, ma… se è impegnato a contattare gli incaricati di settore, o seguire i mezzi di soccorso, ecc. come fa?

Allora si rischia di formare file di veicoli in via Tartaglia come fosse il casello di Melegnano?

...o bloccare chi è all’interno del parcheggio?

E allora perché non si è aspettato di installare gli accessori adatti ai nuovi varchi?

O magari recuperare l’altro accesso di via Messina, per intenderci quello tra i “pompa” e i “manetta”, dove ora c’è la sede NBCR?

Si sempre quello che era attivo decine di anni fa, quando i pompieri erano grezzi e ignoranti, però viabilità e accesso interni li facevano funzionare…

Magari bastava tirare due fili provvisori e con una telecamera e un accrocchio elettrico comandati dalla porta, si poteva risolvere il problema.

Mah, insomma, in fondo perché tutte queste domande, quando scatta il genio creativo non si può tenerlo dentro, bisogna dargli sfogo.

Tanto poi la gestione è del personale di porta e dei Capi Turno… chissenefrega…

Il vento va seguito, mica contrastato!

“…FISCHIA IL VENTO, INFURIA LA BUFERA…TRALLALERO, TRALLALLA’”


Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati