Faranno pagare alla popolazione il servizio di elisoccorso in Liguria fino ad oggi gratuito?

Le organizzazioni sindacali dei vigili del fuoco della Liguria denunciano il rischio del lento smantellamento del soccorso tecnico urgente aereo che,

Genova -

Nonostante gli sforzi volti a migliorare la lotta agli incendi boschivi e, ancora maggiormente, al miglioramento del servizio di Elisoccorso, svolto da anni in convenzione con la Regione Liguria-118, assistiamo a tentativi di inserimento in tale specifico settore per sostituirsi ai VVF: lo smantellamento avviene perchè verrebbero meno le poche risorse finanziarie che proprio la regione Liguria mette a disposizione per tale servizio, rendendolo gratuito ai cittadini.

 

Infatti, la collaborazione tra la componente tecnica VV.F. (che comprende elicotteri, equipaggi di condotta e figure specialistiche come Soccorritori Alpinistici e Fluviali, Sommozzatori, ecc.) e quella Sanitaria del 118 (Medico Anestesista-Rianimatore, Infermiere Professionale con qualifica per il Soccorso d’Urgenza, presidi medici ed attrezzature che permettono un completo Primo Soccorso Avanzato) consentono di portare direttamente sullo scenario incidentale tutto ciò che necessita ad un rapido soccorso, ad una stabilizzazione dello/gli infortunato/i, e ad un altrettanto rapido trasporto delle persone coinvolte in incidenti presso la struttura ospedaliera più indicata per il tipo di urgenza.

 

Nello scorso anno 2002, sono stati ben 470 gli interventi di Soccorso portati a buon fine dal servizio integrato VV.F-118, tra soccorsi a persona, incidenti stradali, soccorsi a mare, incidenti aerei, calamità naturali, incendi boschivi, trasporti sanitari con pericolo di vita, ecc.

 

Questa consolidata e fattiva collaborazione, che mosse i suoi primi passi già nel 1991, E CHE SI E’ A TUTT’OGGI REALIZZATA A TITOLO GRATUITO necessita ora, per le mutate condizioni ed esigenze legate al soccorso, di un perfezionamento tecnico-formale che la renda ancora di più all’altezza del suo scopo, in considerazione del fatto che in alcune Province (come La Spezia, e Savona) sono in avanzato stato di attuazione Convenzioni tra i 118 provinciali ed alcune Società private di gestione di elicotteri.

 

Si farà a pagamento (svariati milioni di euro all’anno!) , ed a livello qualitativo nettamente inferiore, ciò che finora è stato gratuito ed ineccepibile?

 

Per questo motivo, le OO.SS. , dopo essere state ricevute dal Prefetto di Genova, Dott.Romano, intendono avviare una serie di incontri con le Istituzioni regionali che a vario titolo sono competenti per ciò che riguarda l’effettuazione, il coordinamento e la gestione del soccorso sul territorio.

 

Dopo il 1° luglio p.v., giorno in cui le OO.SS. sono state convocate dalla Direzione Regionale Vigili del Fuoco al fine di chiarire gli intenti e gli obiettivi al riguardo delle problematiche di cui sopra, Confederazione CGIL, CISL UIL e Federazione RDB organizzeranno un incontro con l’Assessorato alla Sanità Regione Liguria e con il Responsabile regionale 118, al fine di favorire l’attuazione ed il miglioramento dei servizi resi alla popolazione in sinergia tra i VV.F. e, appunto, la Regione.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni