EXPO MILANO: INCONTRO CON IL COMANDO

Milano -

Lavoratori,

il 14 us ci siamo incontrati col comando per discutere dell’organizzazione in previsione del piano Expo 2014. Dopo una introduzione un po’ più sintetica di quella presentata in Direzione Regionale è stato aperto il dibattito con le OO.SS. Al termine della discussione è stato redatto un verbale in cui come USB abbiamo ribadito alcuni punti già enunciati in sede regionale.

 

PAGAMENTO TARIFFE

Abbiamo rinnovato la richiesta che i servizi per tutto il periodo pre-fieristico e fieristico, fossero retribuitinon come straordinario, ma a tariffa di vigilanza. A prescindere che in DRL abbiamo chiesto che fosse posto uno specifico quesito al Dipartimento (anche relativo all’inquadramento dell’evento ai sensi del DM 261), di recente sui media ha avuto risalto l’iniziativa del presidente della Regione Lombardia Maroni, che ha presentato al Governo in accordo col sindaco di Milano Pisapia, una cosiddetta “lista della spesa”, in cui ha quantificato in 2,2 miliardi dieuro, le necessità economiche della regione per un piano di intervento per Expo

Va da se che la parte consistente del budget andrà per le infrastrutture, ma una buona parte sarà rivolta al potenziamento degli “agenti di polizia”.

Quindi, se vi è un problema di “sicurezza”, non si capisce perché non debba essere riconsiderata anche quella garantita dai VVF, ed il loro impegno dovrebbe avere anche un riconoscimento economico migliore e non essere considerati la solita cenerentola della situazione!

UFFICIO EXPO

Abbiamo chiesto che venissero definiti i compiti e gli organici, suddivisi per qualifica e numero.

In questi ultimi mesi abbiamo visto un proliferare di DdS inerenti l’assegnazione all’Uff. Expo di personale, anche di altre province o regioni, senza capire bene cosa dovessero fare.

Il che sta dando più un senso di improvvisazione, che di obiettivi chiari.

Si aggiunga il fatto che come organizzazione sindacale poi, visto che si parla di organici e di organizzazione del lavoro, non condividiamo il metodo attuato fino ad ora, cioè mancata informazione e contrattazione.

COMPOSIZIONE SQUADRE

Considerato che la nostra posizione è sempre stata quella di identificare l’APS tipo, composta da 1 qualificato e 5VP, abbiamo chiesto che così venissero organizzate anche quelle previste per Expo.

ORGANIZZAZIONE SERVIZI

Anche se a livello teorico, la programmazione dei futuri servizi non dovrebbe inficiare il normale servizio di soccorso, ne i servizi di vigilanza o di altro tipo, abbiamo chiesto che in ogni caso dovranno essere rispettati i parametri di recupero psicofisico del lavoratore.

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni