DIRIGENTI: E' LI'… CHE BRUNETTA DOVREBBE GUARDARE!

Milano -

Ricorderete la piccola querelle di circa un mesetto fa, in cui dopo aver appreso la volontà da parte dei vertici del Dipartimento, di pagare il servizio di soccorso acquatico regionale, con tariffa di straordinario invece che di vigilanza, così come previsto dalla convenzione con la regione Lombardia, suscitando sdegno e sgomento del personale e pare anche della dirigenza locale… anche se un rappresentante di quest’ultima componente ha pensato bene di gettare fango sulla RdB, così tanto per trovare un capro espiatorio più a portata di mano, visto che i capoccioni di Roma sono lontani e se alzi la testa, magari rischi di comprometterti la carriera!

Visto che noi invece non abbiamo di questi problemi e vorremmo solo un po’ di coerenza e rispetto dei ruoli, pensiamo che il ministro Brunetta dovrebbe rendersi conto che, se vuole veramente far funzionare la pubblica amministrazione, non dovrebbe sparare nel mucchio, ma prendere esempio da vicende come questa e verificare la famosa “catena di comando” partendo dai comportamenti della dirigenza a livello centrale fino a quella periferica e poi scendere verso verso il basso.

Comunque, nonostante il muro di gomma soprattutto a livello centrale, stiamo continuando ad interessarci della vicenda, ed invitiamo il personale ad informarci su eventuali altre migliori convenzioni stipulate in merito a questi servizi. Pubblichiamo anche sul sito RdB, la documentazione intercorsa con la Direzione Regionale VVF Lombardia, rispetto alla cronologia degli eventi ed ai tempi e modi dei futuri pagamenti.

In allegato tutta la documentazione della vicenda.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati