Difesa civile o protezione civile? Esperienze e proposte a confronto

Mercoledì 10 dicembre 2003, ore 15.30 presso il Centro Congressi Montecitorio (Sala Cristallo)- piazza Montecitorio 131 Roma - Convegno-Dibattito

Roma -

Dopo lo sciopero nazionale del 4 dicembre 2003, la RdB-Cub ha promosso per Mercoledì 10 dicembre 2003, alle ore 15.30 presso il Centro Congressi Montecitorio- Sala Cristallo, in piazza Montecitorio 131, a Roma, un Convegno-Dibattito sul tema della protezione civile.

Il Disegno di Legge che parifica il rapporto di lavoro dei vigili del fuoco con quello delle Forze di polizia comprende un progetto che mira a trasformare la funzione sociale dei Vigili del Fuoco e, più in generale, il sistema di protezione civile.

Oltre ai Senatori e Deputati di maggioranza e opposizione, interverranno il Dott. Falco Accame dell’Ass. Naz. Familiari Vittime delle Forze Armate e il pref. Mario Morcone, Capo Dip. Vigili del Fuoco, Soccorso pubblico, e Difesa civile.

Nell’ambito del convegno sarà presentata la pubblicazione curata dalla Federazione nazionale RdB-Cub dal titolo: “Difesa civile. Effetti e conseguenze sul mondo del lavoro e sulla popolazione”.

Le dichiarazioni dell’On. Migliori di Alleanza nazionale, relatore del disegno di legge di trasformazione del rapporto di lavoro dei vigili del fuoco, in occasione dello sciopero del 4 dicembre, dimostrano una scarsa conoscenza sulla volontà espressa da moltissimi lavoratori che hanno aderito alla giornata di sciopero chiedendo il ritiro del progetto di legge.

RdB-Cub e Cgil rappresentano il 50% dei lavoratori e delle lavoratrici del settore. L’eventuale approvazione della riforma, senza un consenso generale della categoria, rileva una scarsa sensibilità della maggioranza nel riconoscere la democratica contrarietà espressa dai lavoratori a tale disegno.

Auspichiamo che l’On. Migliori accolga l’invito rivoltogli così avrà l’opportunità di verificare che la RdB-Cub ha raccolto migliaia di adesioni, tra lavoratori e cittadini, a sostegno di una riforma che persegue una direzione opposta a quella paventata dal Governo.

Porre fine al dualismo tra protezione civile e Vigili del Fuoco, garantendo l’identità e riconoscendo economicamente la funzione del settore, è una condizione essenziale per un Paese evoluto e democratico, capace di corrispondere alle istanze delle realtà locali e territoriali.

Scaricati qui sotto il libro in formato PDF

 

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni