Dichiarazione stato di agitazione, Comando provinciale Vigili del Fuoco Alessandria

Sen. Nitto Francesco PALMA Sottosegretario del Ministero dell’Interno con delega ai Vigili del Fuoco

 

Pref. Giuseppe PECORARO Capo Dipartimento del C.N.VV.F.

 

Prefetto di Alessandria Dott. CASTALDO Francesco Paolo

 

Ing. Antonio GAMBARDELLA Capo del C.N.VV.F.

 

Ufficio Relazioni Sindacali del C.N.VV.F.

 

epc

 

Dirigente Provinciale del Comando Vigili del Fuoco Alessandria Ing. Cavriani Marco

 

Alessandria -

Premesso che il Comando Provinciale di Alessandria, conta una drammatica carenza di personale sia operativo che amministrativo, carenza accentuata a seguito dell’applicazione della riforma del Corpo, con il passaggio al regime pubblicistico ed ingresso nel nuovo comparto di contrattazione; carenza oggi quantificabile, per la parte riguardante il soccorso tecnico urgente in oltre 40 unità operative rispetto al Dpcm. 97, che prevedeva per detto comando 237 unità e nel settore amministrativo, una carenza stimabile in un 5%.

Premesso che il giorno 22 settembre, alle attuali 40 unità operative mancanti sulle partenze si aggiunge anche l’assenza del personale (7 unità) che parteciperà al corso per il passaggio alla qualifica di Capo Squadra presso la scuola di Polizia di Nettuno, per una durata di tre mesi.

Premesso che entro l’autunno altre unità operative (2 unità) verranno collocate in quiescenza.

Premesso che dal giorno 29 settembre p.v., una media di 3 unità operative a turno fino al 16 ottobre, andranno in missione a Roma per l’ulteriore selezione per il passaggio di qualifica.

Premesso che la scrivente RdB\CUB ha cercato prima di arrivare alla dichiarazione di stato di agitazione di sollecitare il locale Dirigente a mettere in atto: una progettualità, condivisa con i rappresentanti dei lavoratori, dell’organizzazione del lavoro e del soccorso a fronte della drammatica carenza di personale sopra citata (non ultima la nota Prot. 27/08 del 11-09-08); l’accoglimento delle domande esistenti di mobilità interna, che avrebbero contribuito anticipatamente e su base volontaria al riequilibrio dei turni; non avendo trovato riscontro, ricorrendo solo ad un uso sconsiderato dello straordinario in violazione delle normative vigenti sull’orario di lavoro, avviando nonostante quanto sopra esposto corsi di formazione per tutto l’autunno\inverno, distogliendo altre unità importanti dal soccorso, inviando con abilitazione NR in missione a Roma e a Napoli, riducendo così di fatto la sicurezza degli operatori stessi e dell’intera squadra ma anche e soprattutto riducendo la qualità della risposta dei soccorsi ai cittadini.

Per le ragioni sopra evidenziate, nel comunicare l'immediato stato di agitazione della categoria, manifestiamo l'intendimento di ricorrere alla protesta sindacale con un'azione di sciopero da effettuarsi nel rispetto della vigente normativa.

Il presente atto costituisce altresì invito all'avvio della procedura di conciliazione preventiva prevista dalla Legge 146/90 e sue successive modifiche.

In attesa di riscontro riteniamo sospese tutte le relazioni sindacali con il Dirigente provinciale del Corpo, assegnato al Comando Provinciale di Alessandria.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni