DICHIARAZIONE DELLO STATO DI AGITAZIONE USB VVF VERCELLI

Vercelli -

 

Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile
Prefetto Salvatore MULAS

Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Vice Capo Dipartimento Vicario
ing. Fabio DATTILO

All' Ufficio Garanzia Diritti Sindacali
dott.ssa Silvana Lanza BUCCERI

Direttore Regionale Vigili del Fuoco del Piemonte
ing. Antonio LA MALFA

Al Sig. Prefetto di Torino
dott. Francesco GARSIA

Dirigente Provinciale VVF Vercelli
ing. Giuseppe CALVELLI

 

Oggetto: dichiarazione dello stato d’agitazione di categoria - volontà di promuovere lo sciopero provinciale della categoria Vigili del Fuoco - richiesta del tavolo di conciliazione ai sensi della Legge 146/90 e/o legge 83/2000 e successive modifiche.

 

La scrivente Organizzazione Sindacale, con la proclamazione dell'immediato stato di agitazione del personale del Comando Provinciale di Vercelli, chiede l'attuazione della procedura di raffreddamento ai sensi della normativa in vigore.

Il ricorso alla mobilitazione del personale Vigili del Fuoco, che si riserva di promuovere lo sciopero provinciale della categoria, è determinato dalla palese violazione delle basilari norme poste a garanzia delle corrette relazioni sindacali ed a tutela dei lavoratori, in particolar modo:
- a seguito del mancato rispetto, entro termini ragionevoli, di quanto deciso in sede di contrattazione il giorno 24/10/2019 e sollecitato con nota congiunta USB - CONAPO il giorno 04/12/2019 su importanti argomenti inerenti l’organizzazione del lavoro. (All.1)
- a seguito della disinvolta gestione dei servizi di vigilanza, D.lgs. 81/08 e rientri per carenza personale in favore di alcuni lavoratori penalizzando altri. (All.2)
- a seguito della mancanza di trasparenza riguardo argomenti fondamentali quali i diritti dei lavoratori, a tal proposito chiediamo che ci siano mostrati i resoconti degli ultimi sei mesi del 2019 dei servizi di vigilanza, D.lgs. 81/08 e rientri per carenza di personale sia qualificati che vigili.
- a seguito dell’annoso mancato rispetto di norme minime igienico sanitarie nella sede di lavoro di Livorno Ferraris, non è infatti più tollerabile costringere dei Lavoratori in una sede totalmente inadeguata e non rispettante le norme, fondamentali, alle quali il Dirigente provinciale non può sottrarsi.

Ricordando che la sede di Livorno Ferraris nasceva provvisoria quindici anni fa, ma che tale di fatto non lo è più, e ricordando l’obbligatorietà di prima assegnazione applicata ai neoassunti delle ultime due assegnazioni, pretendiamo per questi lavoratori una sede degna, come previsto, quindi chiediamo che la sede sia trasferita in una struttura adeguata, dotata delle dimensioni minime previste e di tutti i locali necessari sia per il personale che per i mezzi.

Chiediamo inoltre che nella nuova sede siano previsti locali per le lavoratrici e locali appositi per ospitare i lavoratori costretti a prestare servizio fuori sede di residenza per cinque anni.

A seguito del mancato rispetto delle piante organiche, nei distaccamenti, che allo stato attuale risultano modificate da quando previsto costringendo il personale a continue sostituzioni con i rischi e i costi connessi.
 

In ragione di quanto esposto, e di altro che ci riserviamo di esporre nella sede opportuna, dichiariamo lo stato di agitazione provinciale e chiediamo l’immediata applicazione della normativa vigente.
 

La Scrivente Organizzazione Sindacale in sede di conciliazione fa espressa richiesta di poter video registrare o inviare in diretta streaming. Si coglie l’occasione per valutare l’uso di tale strumento informatico al fine di dare sempre maggiore trasparenza in quanto sinonimo di democrazia e legalità.In ragione di quanto esposto, e di altro che ci riserviamo di esporre nella sede opportuna, dichiariamo lo stato di agitazione Nazionale e chiediamo l’immediata applicazione della normativa vigente.
 

Si ricorda l'impossibilità di commettere atti pregiudizievoli prima che sia esperito il tentativo di conciliazione ai sensi della normativa in parola.

Rimanendo in attesa della data del tavolo di conciliazione richiesto, si porgono i saluti di rito.

 

(All.1) Nota del 06/12/2019 INCONTRO 24 10 2019
(All.2) Nota del 06/12/2019 SERVIZI VIGILANZE

Per il Coordinamento Provinciale USB VVF VERCELLI
Massimiliano BERTI

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni