DICHIARAZIONE DELLO STATO DI AGITAZIONE USB VVF SICILIA

Palermo -

 

Al direttore regionale dei Vigili del Fuoco del Soccorso Tecnico e della difesa Civile della SICILIA

Dott. Ing Maurizio LUCIA

 

Al Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Vice Capo Dipartimento Vicario

Dott. Ing Fabio DATTILO

 

Al responsabile dell'ufficio Garanzia dei Diritti Sindacali

Alessandro TORTORELLA

 

Al presidente della regione Sicilia

Dott. Nello MUSUMECI

 

Alle prefetture e sindaci di;

Palermo, Catania, Messina, Siracusa, Caltanissetta, Agrigento, Trapani, Ragusa, Enna.

 

 

 

Oggetto: proclamazione dello stato  d'agitazione di categoria - volontà di promuovere lo sciopero provinciale della categoria Vigili del Fuoco - richiesta del tavolo di conciliazione ai sensi della Legge 146/90 e/o legge 83/2000 e successive modifiche.

 

 

La USB VV.F. Sicilia, nel rispetto della Legge 146/90 e successive Modifiche ed Integrazioni; nel rispetto dell'accordo del 06/12/1994, approvato dalla Commissione di Garanzia con delibera del 12/01/1995; nel rispetto della Regolamentazione Provvisoria deliberata dalla Commissione di Garanzia il 16/07/2001, n° 01/92, pubblicata in G.U.R.I. n° 185 del 10/08/01 e successive modifiche.

 

Considerate peggiorative le condizioni lavorative in ambito della regione Sicilia, dove si continua a non avere certezza sulle economie e sicurezza dei lavoratori, pur avendo avuto risposte che  ahimé non si ritengono esaustive in virtù delle  numerose richieste inviate a tutti i livelli e tavoli sulle problematiche sotto elencate:

 

  • Richiesta autorizzazione straordinario per qualificati e vf, nei comandi con percentuale alta di carenza accertata e, per garantire l'apertura di sedi decretate, fino al completamento degli organici reali.

 

  • Richiesta pagamenti CAS, si è in arretrato di 8 mesi la situazione è diventata imbarazzante.

 

  • Ticket o buoni pasto, richiesta accredito e risoluzione della problematica ormai protrattasi nel tempo, i lavoratori anticipano per poter usufruire del pasto obbligatorio, la somma è diventata esorbitante.

  

           Considerato lo sforzo e la no non risoluzioni risoluzione alle problematiche, a fronte di tutte le nostre legittime richieste avanzate, già agli Atti della direzione Regionale e dipartimentale.

 

Ritenuto inderogabile far valere il Diritto allespletamento di corrette relazioni sindacali al fine di garantire una accurata tutela ed attenzione alle richieste avanzate dal personale in  servizio presso la regione Sicilia.

Poiché non risulta più tollerabile la costante e continua assenza di risposte dagli organi preposti, alle annoverate questioni fin qui sollevate e a parer nostro, sottovalutate.

Per i motivi sopra descritti si dichiara lo stato di agitazione regionale della categoria e   conseguentemente si chiede alle Autorità in indirizzo lattivazione della procedura della prima fase di conciliazione preventiva.

 

 Si invita lAmministrazione ad astenersi nell'adottare iniziative che siano pregiudizievoli per le posizioni dei Lavoratori interessati dal contenuto del conflitto summenzionato.

 

 

Per il coordinamento regionale Usb vigili del fuoco Sicilia. 

Carmelo BARBAGALLO

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati