DICHIARAZIONE DELLO STATO DI AGITAZIONE USB VVF CUNEO

Cuneo -

Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile
Capo Dipartimento

Prefetto SalvatoreMario MULAS


Tramite:
Ufficio I - Gabinetto del Capo Dipartimento
Capo del Gabinetto del Capo Dipartimento
Viceprefetto Roberta LULLI

Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
Vice Capo Dipartimento Vicario
ing. Fabio DATTILO

Al responsabile dell'ufficio Garanzia dei Diritti Sindacali

dott.ssa Silvana LANZA BUCCERI

 

e p.c. Al comando provinciale dei VVF di CUNEO

ing. Ing. Vincenzo BENNARDO
 

 

Oggetto: Dichiarazione dello stato d’agitazione di categoria - volontà di promuovere lo sciopero provinciale della categoria Vigili del Fuoco - richiesta del tavolo di conciliazione ai sensi della Legge 146/90 e/o legge 83/2000 e successive modifiche.

 

La scrivente Organizzazione Sindacale, in riferimento all’oggetto, con la proclamazione dell'immediato stato di agitazione del personale chiede l'attuazione della procedura di raffreddamento ai sensi della normativa in vigore. Le motivazioni sono determinate dalla mancanza di risposte e corrette relazioni sindacali, da parte della dirigenza locale, delle normative contrattuali vigenti richieste dalla scrivente :

- RICHIESTE INVIATE IL 16/10/2019 (All.Lett. Amm. Prot. Reg. 06_cn\19 del 28/10/2019) non abbiamo ricevuto riscontro. In particolare si richiede immediata applicazione della nota n° 2110/3405/C del 30 novembre 2005 del la Direzione Centrale per l'Emergenza e il Soccorso Tecnico ( indicazioni circa l'organizzazione del servizio antincendio negli aeroporti) e successiva Prot.n_1190_Fasc.n.3405/C del 27/07/2009.

 

RICHIESTE CHIARIMENTI – SEDE AEROPORTUALE DI CUNEO LEVALDIGI Inviate Lett. Amm. Prot. 01-20 del 23/01/2020.

-ABROGAZIONE DELLA RIMODULAZIONE(ODG N° 504 del 29/07/19 e ODG N° 547 del 16/08/2019). Come avevamo già detto e scritto tutto l’ impianto della rimodulazione messa in essere è fonte di disservizio e probabile causa di problemi che puntualmente si sono verificati.

-SI CHIEDE LA MODIFICA DELLA PROCEDURA DELLA PARTENZA ESTERNA DI LEVADIGI Come già evidenziato in ogni occasione la procedura è farraginosa e poco sicura rispetto alla priorità della certezza del’ ottimale erogazione del Servizio Antincendio Aeroportuale. I problemi che avevamo ipotizzato si sono puntualmente materializzati! Per evitarne altri sarebbe utile prevedere che la procedura possa essere attivata: solo dopo aver verificato che non vi siano estensioni, altre attività in aeroporto o altri motivi ostativi; Solo nel territorio di competenza; Solo per interventi indifferibili con soccorso persona e comunque prevedere che entro un ora prima dell’ apertura dell’ aeroporto la partenza debba già essere in rientro. (Nel caso l’ intervento avesse comportato di essere sporchi o contaminati, vi deve essere tempo al rientro in aeroporto di lavarsi, cambiarsi ed essere nuovamente operativi entro l’ orario di inizio attività.)

- RICHIESTA DI DISPOSITIVI DI IGiENE E DI SICUREZZA Come già segnalato (RifLett. Amm. Prot. Reg. 04_cn\19 del 02/09/2019) si richiede che tutti i distaccamenti, che ne fossero ancora sprovvisti,vengano dotati di vasca lava tronchetti e di almeno un lavandino ed un lava occhi nelle autorimesse.

- RICHIESTA FORNITURA DI: MASCHERINE (*) (**), IDONEO DISINFATTANTE, GUANTI IN LATTICE (*) ( tipo blu- fornitura extra)E GEL IGENIZZANTE (*) (* da tenere a disposizione su tutte le partenze) (** Si ritiene che sarebbe bene prevedere l’ uso anche di mascherine con visore quando compatibile con i DPI) Riferimenti ODG: 0074-30012020 e successivo 81-31012020 STATO DI ATTENZIONE DELL'OMS A SEGUITO DELL'IDENTIFICAZIONE DEL NUOVO VIRUS 2019 (NUOVO CORONA-VIRUS) C.N.VVF

- SOSPENSIONE ODG FERIE Come già chiesto nelle precedenti riunioni con le O.S. la programmazione dei congedi è ineccepibile, ma vi deve essere conferma di accettazione. Inoltre quando non è stato possibile fruire dei congedi per problemi organizzativi del servizio non è accettabile che vengano inseriti d’ufficio giorni di congedo, si ritiene corretto che nei casi di personale che abbia maggior numero di turni residui venga data indicazione di quanti ne deve programmare nel mese in corso o successivo. Altresì chi volesse programmare sin d’ ora un periodo di congedo sostanzioso (al di fuori dei mesi giugno – settembre) non deve essere obbligato a consumare i congedi anzitempo.

La Scrivente Organizzazione Sindacale in sede di conciliazione fa espressa richiesta di poter video registrare o inviare in diretta streaming. Si coglie l’occasione per valutare l’uso di tale strumento informatico al fine di dare sempre maggiore trasparenza in quanto sinonimo di democrazia e legalità.

In ragione di quanto sopra esposto, e di altro che ci riserviamo di esporre nella sede opportuna, dichiariamo lo stato di agitazione Provinciale e chiediamo l’immediata applicazione della normativa vigente con l’attivazione della procedura della prima fase di conciliazione preventiva presso la sede provinciale di Cuneo concordando sia la data dell’incontro sia il dirigente superiore”arbitro”.

Si ricorda all’Amministrazione Provinciale VV.F. di Cuneo l'impossibilità di commettere atti pregiudizievoli prima che sia esperito il tentativo di conciliazione ai sensi della normativa in parola.

 

per il Coordinamento provinciale USB VVF Cuneo

Antonino MUSCO

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati