Dichiarano lo stato di agitazione Torino

Volontari: vediamo se si può fare ancora qualcosa.

Torino -

Con la presente le scriventi OO.SS. RdB\CUB, CISL, CGIL ,UIL, CONFSAL, preso atto dell’emanazione dell’ordine del giorno n. 117 del 27/02/2008 che prevede tra l’altro il reclutamento presso il Comando Provinciale di un’aliquota di capi squadra volontari  per un turno di venti giorni; della convocazione per il giorno 18 marzo del richiesto incontro con le OO.SS. per dibattere la questione; del fatto che alla data del  18 marzo le unità CSV avranno già quasi completato il periodo di richiamo.

Evidenziato che la disposizione:

  1. è stata impartita difformemente dalle intese sindacali intercorse in specifica riunione durante la quale la SV assicurava che il problema della compresenza del personale qualificato permanente e volontario non si sarebbe verificato;
  2. non riporta le modalità di impiego del personale volontario che come noto, ai sensi dell’art 15.4 del DPR 76/04 deve espletare solo funzioni relative all’addestramento e alla formazione del personale volontario impiegato presso il Comando stesso.
  3. appare illegittima in quanto lascia supporre un impiego operativo del citato personale che, come noto, ai sensi dell’art. 15.5 può operare solo nell’ambito dei distaccamenti volontari o nell’ambito del Comando, esclusivamente nel caso di prolungata e contemporanea assenza del cinquanta per cento del personale permanente di pari qualifica.
  4. compromette il clima relazionale tra le due componenti richiamando tensioni sicuramente dannose per il servizio e non auspicate dalla componente permanente quanto, verosimilmente, da quella volontaria.  

Dichiarano lo stato di agitazione del personale.

La vertenza di cui all’argomento in questione prelude una iniziativa di sciopero da parte delle scriventi Organizzazioni Sindacali che sarà formalmente proclamata in esito alle procedure di raffreddamento che codesta Dirigenza è tenuta ad assicurare entro e non oltre il quinto giorno dal ricevimento della presente. La presente è redatta ai sensi della legge 146/90 così come modificata dalla legge  83/2000 ed alla luce della delibera della Commissione di Garanzia Prot. n. 4052 del 22/6/2000.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni