Comunicato Stampa: a proposito di efficienza del corpo nazionale dei vigili del fuoco

Dopo le enfatizzazioni, le commemorazioni, i riconoscimenti. Il ritorno alla dura realtà: diminuito il numero dei componenti le squadre di intervent

Alessandria -

A distanza di poche settimane dalle commemorazioni dell’11 settembre abbiamo avuto per l’ennesima volta la conferma che quanto abbiamo denunciato e condannato riguardo l’enfatizzazione dell’efficienza del CNVVF data negli ultimi tempi (fiction televisiva interpretata da Massimo Ranieri (gestione Scajola), articolo contenuto nell'inserto "Specchio" del quotidiano "LaStampa" (gestione Pisanu), era vero e che aveva tutta l’aria di essere solo un’ operazione di marketing che avrebbe giovato solo alle Autorità che si spelavano le mani durante le cerimonie ufficiali (soprattutto quelle funebri) per plaudire, per promettere…

 

La riprova è che in data 24 settembre il dirigente provinciale informa le ooss , fornendo copia delle note telefax, con le quali rappresenta al ministero interno direzione centrale per le risorse umane servizio reclutamento divisione III e all’ispettore regionale le difficoltà operative in cui si trova il comando provinciale, a seguito della carenza di organico di 28 unità permanenti e di 16 unità ausiliarie essenziali per lo svolgimento dei servizi si vede costretto a ridurre il numero dei componenti delle squadre operative, da cinque a quattro unità nei distaccamenti violando palesemente e in contraddizione alle disposizioni dettate dalle stesse circolari ministeriali se non vi sarà al più presto una ridistribuzione equa sul territorio piemontese di personale ausiliario.

 

La RdB di Alessandria ricorda che ci sono ben 2 (due) concorsi in fase di ultimazione pertanto chiede a tutti i procacciatori locali e nazionali di consensi elettorali che si facciano da tramite affinchè vengano accelerati gli iter concorsuali delle assunzioni degli idonei , che comunque non sarebbero sufficienti a colmare le 24000 (ventiquattromila) unità dichiarate dai libro bianco del ministero interno per poter affrontare sufficientemente le competenze dei Vigili del Fuoco, e li invita a sostenere la proposta di legge Atto n° 708 presentato al Senato in questa legislatura sull’assunzione a tempo indeterminato di 10.000 precari che vengono denominati discontinui per poter avere anche in Italia una struttura di professionisti coordinatrice di protezione civile degna di questo nome.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni