"CARRO LUCE"

USB VVF Padova scrive al direttore regionale e al dirigente provinciale riguardo l'impiego di personale e mezzi VF in servizi non a carattere di urgenza con personale in servizio

Padova -

A: Direttore Interregionale VV.F. Veneto e Trentino A.A.

Ing.Giuseppe Romano

 

Dirigente Comando Provinciale

VV.F. Padova

Ing. Salvatore Demma

 

 Padova, 22 novembre 2013

 

OGGETTO: Richiesta unità “carro luce” a supporto vigilanza stradale della polizia di Stato

           

          In riferimento all’ ods 38 del 21 novembre u.s. riguardante l’oggetto e che si allega in copia, la scrivente Organizzazione Sindacale intende conoscere le modalità di impiego del personale e dell’ unità in questione in quanto non espressamente citate.  Nell’ ods si evince di mettere a disposizione l’ unità carro luce ma non si conoscono le modalità di impiego e di utilizzo. Si porta nel luogo stabilito, lo si posiziona e si rientra in sede o si rimane fino a fine servizio? Viene impiegato personale VF in servizio? In straordinario? In servizio di vigilanza?

            Già con ns. prot. 21 del 16 settembre 2013 la nostra Organizzazione Sindacale aveva  sollevato il problema che detto servizio non rientra tra gli interventi di soccorso tecnico urgente e che venivano distolte unità vf dal dispositivo di soccorso. Il comando di Padova con nota 20133 del 17 settembre 2013 definiva detta attività riconducibile fra i compiti istituzionali e prevista dal comma b del art. 81 del regolamento di servizio che riportiamo per correttezza: 

Art. 81
Altri servizi tecnici ed operativi in genere
1. Il Corpo nazionale, oltre ai servizi di soccorso pubblico, espleta i servizi tecnici ed operativi di seguito indicati:

a) servizi di polizia giudiziaria;

b) servizi tecnici, a carattere eccezionale, richiesti da enti o istituzioni;

c) servizi tecnici o operativi resi a pagamento ovvero a seguito di convenzioni o accordi di programma.

              A parte il fatto che questo servizio tecnico dovrebbe avere carattere eccezionale e invece viene continuamente ripetuto, riteniamo che indebolire il dispositivo di soccorso provinciale distogliendo personale in servizio non sia più concepibile; più attinente invece il comma c che inquadra il servizio a pagamento e quindi con personale in vigilanza e fuori turno ordinario di servizio.

               Ricordiamo inoltre che il semirimorchio modulare del compartimento della Polizia di Stato è dotato di generatore autonomo e che la volta scorsa dopo che il nostro si è guastato, è comparso.

               Infine, tanto per essere correttamente chiari  vorremmo sottolineare che il corpo nazionale VV.F. è un ente che svolge un servizio sociale nel paese e giammai attività di “repressione “ cosi come citato dalla nota del comando di Padova ( repressione della sinistrosità… ) citazione a noi operatori incomprensibile per la formazione acquisita in materia di soccorso tecnico urgente, di conseguenza riteniamo improprio essere impiegati a contrastare reati e fenomeni delinquenziali   che afferiscono ad altri enti.  

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni