BANCA DELLE ORE

Vibo Valentia -

 

Al Dirigente dei VVF di VIBO VALENTIA

Ing. Giampiero RIZZO

 

La scrivente Organizzazione Sindacale, in riferimento all’oggetto, in premessa Le ricorda che il nostro tempo ha un valore e non possiamo “regalarlo” a chi ci obbliga a farlo a costo zero! “Obbligare” un lavoratore a prestazioni straordinarie e “risarcirlo” unicamente con ore a recupero (sempre se il conto non venga azzerato) è una palese violazione del CCNL e degli Accordi Integrativi!

Tenuto presente che: “Al dipendente che espleta prestazioni lavorative regolarmente autorizzate aggiuntive all'orario d'obbligo è riconosciuto il diritto al pagamento delle prestazioni straordinarie entro i limiti fissati dall'Amministrazione sulla base delle disponibilità di bilancio.

Su richiesta del dipendente, le predette ore di prestazione di lavoro straordinario o supplementare, possono essere utilizzate come riposi compensativi, tenendo conto delle esigenze tecniche, organizzative e di servizio, con riferimento ai tempi, alla durata ed al numero dei dipendenti contemporaneamente ammessi alla fruizione”. [Omissis DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 maggio 2008 Recepimento dell'accordo sindacale integrativo per il personale non direttivo e non dirigente del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. (GU Serie Generale n.168 del 19-07-2008 - Suppl. Ordinario n. 173)].

La scrivente chiede:

  1. Se è vero che la dirigenza ha azzerato la banca delle ore del personale?

  2. Di fornire eventuali ODG o disposizioni con cui tale eventuale operazione è stata portata a conoscenza del personale!

  3. Di conoscere se vi siano state richieste del personale -e quante- tese a trasformare in riposo compensativo al posto della retribuzione le ore prestate in eccedenza per motivazioni diverse e confluite nella banca delle ore;

  4. Di sapere, qualora non risultasse agli atti del comando neanche una richiesta per come specificato al precedente punto, perché non siano state automaticamente retribuite;

  5. Chiediamo il bilancio attuale a disposizione del Comando di Vibo Valentia ed eventuali richieste straordinarie per sopperire ad ammanchi qualora il budget non permettesse di sopperire alla richiesta di lavoro straordinario e/o similari;

  6. Se il bilancio del Comando di Vibo Valentia dovesse risultare in “Banca Rotta” chiediamo di conoscere le ragioni di tale silenzio e il perdurare del silenzio di tale condizione sapendo le incombenze economiche che l’amministrazione ha verso i lavoratori a sua dipendenza.

In conclusione ed in attesa di un sollecito riscontro consci che il soccorso è un eventuale mantenimento del soccorso non è preludio di sfruttamento o eventuale insidia verso i lavoratori; come USB riconosciamo e sosteniamo che l'unica “obbligatorietà” è quella dell’amministrazione a remunerarci per ogni ora e minuto che sottraiamo al nostro riposo e alle nostre famiglie; oltre a garantire il rispetto dei nostri diritti e la gratificazione del lavoro che svolgiamo.

 

il Coordinamento provinciale USB VVF Vibo Valentia

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni