ASSEMBLEA LOMBARDIA : FATTA

Milano -

Come “pubblicizzato” a livello locale e regionale, il 10 giugno, si è svolta l’assemblea organizzata dalla USB, alla presenza anche di un suo coordinatore nazionale, ed aperta a tutti i lavoratori della regione.

I temi sono stati quelli decisi e votati, pari pari, precisi precisi, dai lavoratori il 10 aprile us. e fatti circolare in un volantino la settimana scorsa.

Inoltre sono stati inseriti nel menù, anche altri temi di attualità sia locali che nazionali, che hanno acceso il dibattito tra i presenti, tra cui delegati di altri comandi.

Come spiegato in riunione, tutti i temi sono già stati affrontati dalla nostra sigla, più o meno recentemente, anche a livello nazionale; ovviamente con le dinamiche e le forze di cui dispone USB, in quanto per scelta e filosofia, non si avvale di sponde politiche o appoggi di corporazioni di qualsiasi tipo, ma si basa solo sulla volontà dei lavoratori, che hanno voglia di reagire per levarsi dalla melma in cui si trovano.

Nel dibattito, è stato spiegato bene che cosa ha comportato il cosiddetto “comparto sicurezza”, quindi L. 252, Dlgs 217 e compagnia bella; i presenti hanno recepito il bruciore alle parti posteriori e condiviso che l’unica ancora di salvezza, è cambiare il contratto di tipo pubblicistico, uscire dal Ministero dell’Interno e puntare sul collocamento nella Protezione Civile, con compiti di coordinamento e controllo da parte del CNVVF.

Soluzione non facile ed osteggiata, ma attualmente l’unica che dia spiragli di ripresa e dignità per la categoria.

I presunti “pinocchietti smemorati” che non sono quaquaraquà… mantengono le promesse, non fanno chiacchiere, ma i fatti, ed hanno messo al corrente i presenti che, per quanto riguarda il primo punto in discussione, cioè il rinnovo dei contratti, visto che anche la ministra della PA Madia, è orientata verso il loro blocco fino al 2020 (duemilaventi!), USB Vigili del Fuoco, ha aderito allo sciopero nazionale del prossimo 19 giugno, con articolazioni e iniziative regionali, che verranno rese note nei prossimi giorni.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni