ASSEMBLEA DI TUTTI I LAVORATORI PRESSO I COMANDI PROVINCIALI DI PIACENZA (A RISCHIO "DECLASSAMENTO") E REGGIO EMILIA

Reggio Emilia -

Lavoratori,

ieri si è tenuta, sia presso il Comando di Piacenza che quello di Reggio Emilia l’assemblea con il personale tutto invitato a partecipare alla discussione con all’ordine del giorno: “riordino” del CNVVF, “schema-decreto” relativo alla riorganizzazione del Ministero dell’Interno, contratto di lavoro (richiesta di apertura delle contrattazioni), etc.

Le assemblee sono state abbastanza partecipate, riscontrando un interesse “particolare” anche dal personale SATI. Si è discusso ovviamente degli effetti nefasti che il “riordino” ha già avuto e continuerà ad avere sulle sorti del CNVVF e di conseguenza sui lavoratori che si vedranno, anche in seguito alla proposta di “schema decreto” relativo alla riorganizzazione del Ministero dell’Interno (che porterà all’accorpamento di ben 23 comandi provinciali, tra i quali quello di Piacenza), ad esser i primi a subire i nuovi concetti di “mobilità” e flessibilità” che l’amministrazione, con l’appoggio dei sindacati firmatari del “riordino”, intende utilizzare in seguito all’applicazione dello stesso.

La discussione ha riguardato anche l’aspetto contrattuale che ormai da sette anni è bloccato, nonostante la sentenza della Consulta, che “obbliga” l’amministrazione a riaprire il discorso contrattuale, argomento di importanza fondamentale, ma tenuto in secondo piano da tutte le altre organizzazioni sindacali, a differenza dell’USB che ha dimostrato di volere fortemente la riapertura della tornata contrattuale scioperando il 16 ottobre u.s. insieme al Pubblico Impiego, non limitando si allo stesso, anzi comunicando ai lavoratori, ai quali si è richiesta la massima partecipazione, la data dello SCIOPERO GENERALE dell’USB Pubblico Impiego, il prossimo 20 novembre.


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni