Anche i Vigili del Fuoco in piazza! contro il disegno di riforma della pubblica amministrazione - fatta di tagli, contro l'imbroglio degli straordinari per gli incendi boschivi!!

comunicato stampa

Nazionale -

Ci saranno anche i rappresentanti dei Vigili del Fuoco in tutte le piazze del paese il 20 giugno per protestare contro l’atteggiamento di questo Governo che con le sue "linee guida" del disegno di legge delega sulla riforma del lavoro pubblico, che fa trasparire un accanimento nei confronti dei pubblici dipendenti  -  si prevedono provvedimenti disciplinari che vanno fino al licenziamento anche se il processo a carico del dipendente non si è concluso. Nei fatti un superamento per legge nel Pubblico Impiego dell’articolo 18 dello statuto dei lavoratori. Si torna a legiferare su questioni come i passaggi di livello o il riconoscimento degli incentivi, con la conseguenza che la risoluzione dei contenziosi  passerà solo ai TAR.   Gli incentivi verranno riconosciuti in base alla produttività, nelle linee guida non c’è traccia di quali siano i criteri da prendere in considerazione per la misurazione della "produttività stessa". Un altro aspetto è la modifica della durata dei contratti, che verrà agganciata a decisioni assunte fra le organizzazioni degli imprenditori ed i sindacati del privato, scavalcando così i datori di lavoro pubblici (come gli Enti locali, o le Asl , VV.F. ecc.) e le Categorie, le cui esigenze possono non coincidere con quelle dell’imprenditore privato – riforma fatta anche di gabbie salariali – contratti di lavoro non più con caratteristiche nazionali ma fatti ad personam – tagli di personale e fondi indiscriminatamente in tutti i settori…        

Mentre per il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco si profila un’altra stagione fatta di emergenze e lavoro straordinario oltre lo straordinario normale, per fare fronte alla campagna antincendio boschivo.

Saremo in piazza il 20 per ribadire la nostra contrarietà all’accordo che i vertici della Protezione civile dei Vigili del Fuoco (a nome e per conto dei lavoratori ) hanno firmato con le regioni per pagare in  orario libero il personale V.F. per comporre squadre antincendio.   

Lavoro nero autorizzato dallo Stato. Diciamo che ormai questa politica dello straordinario (6 € lorde all’ora) è finita il Corpo Nazionale – se serve – per garantire il soccorso tecnico urgente deve essere messo nelle condizioni di avere un organico adeguato e fondi per mezzi e carburanti – e possibilmente vivere una esistenza dignitosa fatta anche di recuperi psicofisici e dedicata alle proprie famiglie!.

 

Il giorno 20 GIUGNO anche i Vigili del Fuoco in piazza per ribadire la necessità di un sistema di protezione civile e la garanzia di un soccorso tecnico urgente alla popolazione che non sia fatto di tagli. Respingiamo l’attacco ed il linciaggio mediatico contro i lavoratori pubblici. Difendiamo la nostra dignità. Rilanciamo la nostra funzione sociale fornitori di servizi ai cittadini !!

PRESIDIO in 35 piazze del paese  a partire dalle ore 10.00  

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni