Altre morti bianche sul lavoro

Thyssen Krupp

Torino -

I Vigili del Fuoco, non possono che unirsi alle dichiarazioni di solidarietà e di cordoglio per le vittime dell'ennesimo incidente sul lavoro avvenuto nel nostro bel paese. Oggi piangiamo i morti di Torino del settore metalmeccanico ieri quelli dell'edilizia o dei portuali; famiglie distrutte vite spezzate. Noi Pompieri dovremmo essere abituati a certe cose a certi scenari durante il soccorso, ma non è così, per fortuna non è così. Dopo questi incidenti è giusto un doveroso silenzio, un doveroso rispettoso silenzio ma è anche giusto interrogarci sulla prevenzione di questi incidenti, su come si doveva e poteva intervenire per evitare anche questa tragedia. Le parole di circostanza e non del Capo dello Stato, del presidente della Camera, dello stesso Prodi sono ben accette, ma quando poi dopo non si fa nulla per impedire il ripetersi di questi incidenti, allora si diventa complici, le istituzioni ne sono complici. Noi come Pompieri sappiamo cosa vuol dire orari prolungati, straordinario “obbligatorio” sia per carenza d'organico ma anche e soprattutto perchè non si riesce ad arrivare a fine mese e qualche euro in piu in tasca fa sempre comodo. In Italia non siamo piu abituati a parlare di classe operaia ma noi lavoratori che guadagniamo poco più di mille euro al mese cosa siamo? siamo la manovalanza sottopagata di questo stato globalizzato. L'incidente mortale accaduto alle acciaierie Thyssen Krupp che si trovano in Corso Regina Margherita a Torino a poche decine di metri dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco ci mette come operatori del soccorso di fronte ad un'altra riflessione e cioè la prevenzione incendi, la prevenzione a 360 gradi, prevenzione affidata istituzionalmente ai VV.F. Poco tempo fa in un'ottica di semplificazione questo Governo voleva ridurre, semplificare tale procedure affidate ai pompieri. La prevenzione incendi è sicuramente un'altra fonte di reddito alternativa per i funzionari anch’essi sottopagati del CNVVF, ma non deve essere solo quella, la Prevenzione deve essere un fiore all'occhiello della professionalità dei Vigili del Fuoco ed ad essa andrebbe aggiunta estesa anche l'opera ispettiva. Per far questo per garantire maggior sicurezza nel paese questo stato, questo Governo “amico” deve investire risorse sugli organici sulla formazione sulla qualità della vita nel nostro paese. I Vigili del Fuoco questa volta sono arrivati subito, tempestivamente, eravamo li a pochi passi con squadre di professionisti addestrati e preparati, ma quante volte questo puo accadere ?. Il CNVVF viene quotidianamente smantellato pezzo dopo pezzo le regole restrittive che impongono le compagnie assicurative sono maggiormente rispettate ed efficaci di quelle che riesce ad imporre un Comando dei Vigili del Fuoco e anche questo ci deve far riflettere. Noi come lavoratori, come Vigili del Fuoco che di questo lavoro ne abbiamo fatto la nostra professione, noi come Sindacato RdB CUB riteniamo che sia ora di dire basta, basta alle parole di circostanza per l'ennesima morte bianca annunciata, noi vogliamo fare il nostro lavoro, tu Stato mettici in condizione di farcelo fare.

LUNEDÌ 10 DICEMBRE METALMECCANICI IN SCIOPERO PER L’ INTERA GIORNATA Manifestazione a Torino Corteo Piazza Arbarello – Prefettura, partenza ore 9.30

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni