AI "PORCELLUM" DICIAMO NO!

COMUNICATO SINDACALE UNITARIO

Siracusa -

Ancora una volta ci troviamo costretti a chiarire la nostra posizione su eventi ed incontri che riguardano l’attività del comando e le scelte sindacali per le quali, ovviamente, ognuno opera secondo la propria coscienza, la propria deontologia e la propria responsabilità.

Cari colleghi, in questi ultimi anni l’impegno, il sacrificio, i risultati e le verità sono a conoscenza di chiunque lo desideri sapere e questo grazie all’attività profusa sinergicamente dalle segreterie sindacali territoriali di CONAPO e USB. Non è stato facile ma il tempo e l’esperienza acquisita hanno prodotto una immensa quantità di documenti vertenti su altrettanti svariati argomenti molti dei quali in corso d’opera. Lo scopo è stato, è e sarà sempre quello di avere indistintamente per tutto il personale i medesimi diritti e trattamenti nonché cercare di migliorare per quanto possibile le condizioni generali sul lavoro.

Ma tralasciando i numeri per i quali non ci interessa esporre vanto quanto invece dimostrare con i documenti alla mano la VERITA’ desideriamo con la presente chiarire un preciso punto e cioè che il CONAPO e la USB del comando di Siracusa, indipendentemente dalle amicizie personali, indipendentemente dai propri iscritti ed indipendentemente da qualunque cosa non scenderà MAI a compromessi con nessuno ed in nessun subdolo modo! Nell’esercizio delle nostre responsabilità al cospetto di TUTTO il personale noi ci batteremo per garantire l’applicazione di regole precise ed UGUALI per TUTTI e pertanto NESSUNO potrà MAI dire che le scriventi OO.SS. si sono schierate a favore di quello o quell’altro.

Ma perché diciamo tutto questo? Ebbene in riferimento al corso (guarda caso gli inghippi accadono sempre sui corsi e capirete perché) di “salvamento e pssr” per gli specialisti nautici è stato applicato, per la scelta dei partecipanti ed in mancanza di precise indicazioni dal Ministero, il regolamento vigente ovvero la D.d.S. n°229 del 9 11 2011 sottoscritta da TUTTE le OO.SS. del comando di Siracusa. D’improvviso un vigile N.N. ritiene di sentirsi danneggiato dall’applicazione del regolamento in quanto, come vigile anziano, perderebbe punteggio utile per il futuro concorso a Capo Squadra e si rivolge al proprio sindacato (CGIL) chiedendo aiuto e “giustizia”. La CGIL, nella persona del suo segretario, si attiva subito, studia la situazione ed emette il proprio verdetto che si concretizza nella lettera del 13 aprile 2012 inviata al Comandante e sottoscritta anche dalla CISL. In pratica esse ritengono che il corso, essendo previsto per tutto il personale specialista, sia di tipo “basico” pertanto interpretando tale tipologia di corso verrebbe invertita la precedenza ed il problema del vigile N.N. risolto. Ma con tutta onestà per le scriventi qualcosa non tornava. In effetti se giustamente da un lato al vigile N.N. premeva non perdere questa occasione per implementare il proprio punteggio dall’altro dichiarare il corso “basico” era una forzatura che non appartiene all’interpretazione né di alcune sigle né al comando stesso; semmai con una semplice domanda al Ministero il dubbio poteva chiarirsi. Inoltre emergeva una grande contraddizione ovvero i corsi basici non danno titoli utili per alcun punteggio (lettera del Dipartimento n° 1500 del 31 3 2010 dove si precisa che non costituiscono titolo valutabile e non danno luogo a punteggio i corsi basici sia del personale generico che di quello specialista). Alla luce di tutto questo, a nostro avviso, la strada intrapresa non ci sembrava opportuna, corretta e garante di diritti uguali per tutti ed inoltre, sempre coerentemente al nostro impegno sindacale, non potevamo coinvolgerci in dubbie interpretazioni che sappiamo bene dove finiscono ed un nostro illustre avvocato ci ha ben insegnato che purtroppo accade che “la legge per gli amici si interpreta e per i nemici si applica” pertanto con lettera unitaria abbiamo respinto tale soluzione. Tuttavia non volendo girare le spalle ad una osservazione meritevole, a nostro avviso, di considerazione e confronto abbiamo inviato una ulteriore lettera sempre unitaria CONAPO USB dove invitavamo il Comandante ad una convocazione urgente per eventualmente modificare il regolamento qualora si trovasse una strada condivisa da tutte le parti sindacali. Ad onor del vero il Comandante solertemente ha convocato tale incontro ma purtroppo non si sono presentate né la CGIL e neppure la CISL. Assurdo ed incredibile ma è così! Noi avremmo voluto inserire una semplice modifica che, mantenendo le linee guida ampiamente valide della citata D.d.S. 229,  avrebbe aperto una finestra a coloro i quali volessero raggiungere il punteggio utile per il concorso a C.S. ma ATTENZIONE non per l’occasione “opportuna del momento” ma da ora in poi per sempre e soprattutto per TUTTI! Alla riunione non presentandosi le OO.SS. CGIL e CISL hanno di fatto compromesso la possibilità sana e trasparente di affrontare, assumendosene ogni responsabilità, un importante argomento che domani potrebbe toccare qualcuno di noi. Siamo davvero dispiaciuti dell’epilogo di questa vicenda ma in coscienza siamo sereni perché abbiamo operato nell’interesse indistinto di tutti elevandoci, forse in maniera apparentemente impopolare, a garanti dell’applicazione di regole applicate ugualmente ed indistintamente a tutti.

Poi se permettete un piccolo promemoria: nel nostro comando sono accadute dubbie e discutibili scelte guarda caso sui corsi:

- ad un corso TPSS è stata preferita la partecipazione di volontari a discapito di permanenti;

ai corsi ATP il Comando di Siracusa non ha dato applicazione alle SAP 199 3406/C5 e la SAP 1153 3708/S.A.S con conseguenti esclusioni di personale.;

ai corsi di patente di 2° per gli scafisti è stata data una priorità ed urgenza in quanto la CGIL ha “erroneamente” citato una circolare che è risultata essere una semplice bozza e non in vigore ma nonostante ciò non è cambiato nulla;

- uno specialista nautico è stato più volte escluso dalla partecipazione ad alcuni corsi per dubbie ma opportune “interpretazioni” con il risultato (e questo evidenzia che l’errore esiste) che il Comando di Siracusa ha perso l’opportunità di avere l’istruttore ATP;

    ecc…ecc…….

Ma dov’erano tutti i Sindacati quando avvenivano certe cose; perché non sono intervenuti; perché nonostante le innumerevoli lettere del CONAPO i Comandanti hanno perseverato in certe direzioni? (le risposte datevele da soli per quanto ci riguarda evitiamo volentieri ulteriori polemiche).

Finalmente qualcosa sta cambiando; le brutte figure hanno avuto la loro risonanza; il CONAPO insieme alla USB stanno raccogliendo i risultati di un impegno per la certezza della regola e la trasparenza. Oggi il giochetto non passa più perché abbiamo fatto capire che di ogni abuso se ne assumeranno ogni responsabilità!

Rimaniamo sempre disponibili a discutere tutto perché tutto può essere sempre migliorato ma con lealtà, trasparenza e rispetto. Chiunque abbia da porre alla nostra attenzione qualcosa può farlo, può scriverci, parlarci, senza alcun problema ma quanto ai compromessi sappiate che non li facciamo con nessuno, anche a costo di rimanere soli. Questi sono i nostri principi, queste sono le nostre linee guida, questa è la nostra onestà morale ed intellettuale: ai “porcellum” diciamo e diremo sempre NO!

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati