Addio !

Con la conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2009, n. 195 (art. 5bis) possiamo dire addio ai SAF ed ad un altro pezzo del CNVVF !

 Legge dello Stato 26/02/2010 n. 26.

(Gazzetta ufficiale 27/02/2010 n. 48)


Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2009, n. 195, recante disposizioni urgenti per la cessazione dello stato di emergenza in materia di rifiuti nella regione Campania, per l'avvio della fase post emergenziale nel territorio della regione Abruzzo ed altre disposizioni urgenti relative alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ed alla protezione civile (Suppl. Ordinario n.39) Entrata in vigore del provvedimento: 28/02/2010

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

 

promulga

la seguente legge:

Art. 1
1. Il decreto-legge 30 dicembre 2009, n. 195, recante disposizioni urgenti per la cessazione dello stato di emergenza in materia di rifiuti nella regione Campania, per l'avvio della fase post emergenziale nel territorio della regione Abruzzo ed altre disposizioni urgenti relative alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ed alla protezione civile, e' convertito in legge con le modificazioni riportate in allegato alla presente legge.

2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella

Gazzetta Ufficiale.

La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara' inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addi' 26 febbraio 2010

 

NAPOLITANO

 Berlusconi, Presidente del Consiglio dei Ministri

 Visto, il Guardasigilli: Alfano

LAVORI PREPARATORI

Senato della Repubblica (atto n. 1956):

Presentato dal Presidente del Consiglio dei Ministri (Berlusconi) il 7 gennaio 2010.

Assegnato alla 13ª commissione (Territorio, Ambiente, Beni ambientali), in sede referente, il 7 gennaio 2010 con pareri delle commissioni 1ª (presupposti di costituzionalita'), 1ª, 2ª, 4ª,5ª, 6ª, 8ª, 10ª, 11 a, 14 a, e Questioni regionali.

Esaminato dalla 1ª commissione (Affari costituzionali), in sede consultiva, sull'esistenza dei presupposti di costituzionalita' il 12 gennaio 2010.

Esaminato dalla 13ª commissione, in sede referente, il 12, 13, 19, 26, 28 gennaio 2010 e 2 febbraio 2010.

Esaminato in aula il 26 gennaio 2010 e il 2, 3, 4 febbraio 2010 ed approvato il 9 febbraio 2010.

Camera dei deputati (atto n. 3196): Assegnato alla commissione VIII (Ambiente, territorio e lavori pubblici), in sede referente, l'11 febbraio 2010 con pareri del Comitato per la legislazione, delle commissioni I, II, IV, V, VI, VII, IX, X, XI, XII, XIV e della commissione per questioni regionali.

Esaminato dalla commissione VIII, in sede referente, l'11 e il 16 febbraio 2010.

Esaminato in aula il 17, 18 febbraio 2010 ed approvato, con modificazioni, il 19 febbraio 2010.

Senato della Repubblica (atto n. 1956/B): Assegnato alla 13ª commissione (Territorio, Ambiente, Beni Ambientali), in sede referente, il 19 febbraio 2010 con pareri delle commissioni 1ª, 2ª, 5ª, 6 a e 11ª.

Esaminato dalla 13ª commissione, in sede referente, il 23 e 24 febbraio 2010.

Esaminato in aula ed approvato, definitivamente, il 25 febbraio 2010.

Avvertenza: Il decreto-legge 30 dicembre 2009 n. 195, e' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 302 del 30 dicembre 2009.

A norma dell'art. 15 comma 5, della legge 23 agosto 1988, n. 400 (Disciplina dell'attivita' di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri) le modifiche apportate dalla presente legge di conversione hanno efficacia dal giorno successivo a quello della sua pubblicazione.

Il testo del decreto-legge coordinato con la legge di conversione e' pubblicato qui di seguito.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati