Accordo integrativo per la distribuzione delle risorse del Fondo Unico di Amministrazione anno 2007... meglio non firmare!!

Nazionale -

Lavoratori, in giornata si è concluso l'accordo per la distribuzione delle risorse del FUA per l'anno 2007, soldi già spesi anche per il 2008, quindi  una semplice ratifica in prosecuzione delle precedenti direttive.

Nessuna discussione politica su come investire diversamente questi fondi, l'unico interesse dell'Amministrazione era quello di chiudere l'accordo cosi come per gli anni precedenti. Anzi quest'anno qualche innovazione è stata pure proposta in linea con le direttive del ministro Brunetta dove recita che i soldi  degli stessi lavoratori non devono essere distribuiti a “pioggia” ma bensì a chi produce!

Come RdB/CUB, non abbiamo inteso firmare in quanto somme già spese e poi perché non riusciamo ancora a capire cosa dovremmo produrre; basta solo tutto il lavoro fuori dall'orario ordinario  a rassicurare il Ministro ed il Dipartimento che già “produciamo” inoltre resta ferma la nostra convinzione, in negativo, su chi decide a chi dare  i soldi ed in base a quali parametri incentivare la “produzione”.

A ciò aggiungiamo che tantissimi lavoratori che oggi si vedono penalizzati nell'effettuare mansioni non proprie non vedranno, come al solito, gli incentivi, - altri che a parità di lavoro solo perché sono stati dichiarati non idonei non percepiranno nulla - ed infine, tantissimi che oggi sono chiamati alle attività di soccorso pur mantenendo alcune specializzazioni non gli verrà corrisposta nessuna indennità di turno.

Nell'accordo sono state inserite anche le risorse previste nell'ultimo CCNL, che si aggiungeranno a quelle descritte sopra, quando saranno disponibili, per il momento sono trattenute dal Ministero per l'Economia.

L'unica certezza di percepire qualche soldo del FUA, dove tutti abbiamo partecipato ad alimentarlo, saranno quelle previste al punto 3 dell'accordo che saranno stanziate ai Comandi provinciali e distribuiti come una-tantum; anche se, non si può dire.. perché oggi ci sono i decreti anti-fannulloni che lo vietano!!

Abbiamo una sola via di uscita, organizzare i lavoratori in piazza contro i tagli che si prospettano, e sono pesantissimi per i lavoratori e mandare a casa governo e sindacati che avallano la politica dei sacrifici a senso unico!!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni