ACCERTAMENTO STATO GRAVIDANZA PRECARIE VV.F.

L'intervento dell'USB impedisce un controllo preventivo ad ogni richiamo

Nazionale -

Lavoratrici!

come ricorderete nel mese di ottobre 2013 intervenimmo presso l'Autorità Garante per la privacy, perché il Comando di Firenze, così come quello di Pisa e la Direzione Regionale Toscana, richiedevano all'atto del richiamo di 20 gg. una dichiarazione dell'assenza dello stato di gravidanza.

Questa nuova ed assurda richiesta fu giudicata subito oltraggiosa dalle lavoratrici e lesiva della dignità e della riservatezza dei dati personali, nonché discriminatoria per le colleghe. Proprio per questo interpellammo il Garante affinché intervenisse per dirimere tale situazione.

Oggi arriva l'ardua sentenza, il Ministero dovrà richiamare i Comandi dall'esigere tale dichiarazione, alle lavoratrici spetterà comunicare l'eventuale stato di gravidanza solo nel momento in cui se ne venisse a conoscenza nell'intercorrere del periodo di servizio e quindi non più preventivamente. Vengono inoltre cambiate le procedure per garantire in totale sicurezza la gestione del dato sensibile.

ANCORA UNA VOLTA L'USB SI ERIGE A DIFESA DEI LAVORATORI, SENZA DI NOI NESSUNA TUTELA. SOSTIENICI E BATTITI CON NOI.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni