A Trapani il 02 aprile tutti con le "asce" in mano

Trapani -

Al Comandante Prov.le VV.F.

Ing. F. Fazzari - Trapani

e, p.c. Alla USB VV.F. Roma- Sicilia – Trapani


All’Ufficio Garanzia dei Diritti Sindacali

Al Direttore Regionale VV.F. Sicilia

 

OGGETTO: mobilità interna personale Operativo; distribuzione personale neo-trasferito; applicazione ex Legge 104/92, ex D.Lgs. 267/2000


Come è ormai noto, il giorno 02 p.v. sarà attuata la mobilità Nazionale di personale operativo Vigile del Fuoco; conseguentemente l’Amministrazione provvederà ad effettuare, sulla base della già avviata ricognizione Provinciale, l’assestamento di personale ‘anziano’ come da consuetudine applicata.

È nell’intenzione della scrivente OS chiederLe con quali modalità intende distribuire il personale in esubero rispetto all’attuale complesso organico provinciale, fermo restando quanto previsto dalla DdS n°29 del 02/03/2009, che integra e modifica la CdS n° 54 del 19/09/2008 e comunque per una corretta lettura si riporta integralmente l’ultimo capoverso: […] Il dipendente che fruisce delle agevolazioni della legge 104/92, del D.Lvo 267/2000 e del tavolo tecnico ed assegnato temporaneamente e in soprannumero a questo Comando qualora è trasferito definitivamente per effetto di mobilità ordinaria nazionale sarà assegnato secondo l’anzianità di ruolo, […].

La USB VV.F. Trapani inoltre sottolinea quanto già segnalato nella Nota prot. Congiunto n° 01/12 del 28/01/2011; detta Nota descrive, tra le altre, la palese violazione del DPR 07 maggio 2008 (CCNL) nella parte in cui risulta accertata l’impossibilità ad usufruire delle ferie, diritto irrinunciabile, da parte del personale in servizio nei distaccamenti periferici in cui è stato accertato in Pianta Organica un numero di unità superiori a 1 (una) unità tra gli aventi diritto di Legge ex 104/92 e 1 (una) unità ex D.Lgs. 267/2000; si demanda alla lettura della Nota citata; infatti sulla base dello studio statistico e verace effettuato dalla scrivente OS, non risulta possibile assegnare un numero superiore a 2 (due) unità aventi diritto di Legge (104/92 – D.Lgs 267/2000) in un qualsiasi turno di una qualsiasi sede di servizio distaccata sul territorio della Provincia di Trapani, esclusi dalle assegnazioni aeroporti e porto. Ove detto principio viene violato, inevitabilmente l’Amministrazione in forma implicita potrebbe commettere 2 “falli”: in primis mette in rischio un diritto Costituzionalmente tutelato (Sicurezza Pubblica Collettiva) e conseguentemente anche il rischio del possibile danno all’erario a causa del ragionevole richiamo di personale in regime di straordinario soggetto a pagamento e rispettivi annessi e connessi (vettura di servizio – missione – ore di guida –vari) per garantire il minimo operativo come previsto dagli Atti in vigore; 5 unità permanenti (1 Capo Squadra-1 VF Autista-3 Operatori VF).

La scrivente altresì ricorda all’Amministrazione che quanto descritto nel precedente capoverso risulta ancora in essere, seppure la questione è stata sollevata da oltre 1 (uno) anno di distanza.

La USB VV.F. Trapani ritiene ormai inderogabile la risoluzione definitiva al fine di ristabilire la serenità negli ambienti di Lavoro ma, sostanzialmente restituire la dignità propria quasi smarrita, ai Lavoratori che con 25 anni di servizio e oltre si vedono calpestati nei propri diritti da chi ha qualche anno di servizio e continua ad interpretare il diritto al trasferimento come un “diritto assoluto” e non come un “diritto ove possibile”. Cordialmente si saluta.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni