10 ottobre - SCIOPERO VV.F.

Nazionale -

VIGILI DEL FUOCO: RDB, SCIOPERO 4 ORE IL 10 OTTOBRE

(ANSA) - ROMA, 18 SET - Uno sciopero di quattro ore, dalle 10 alle 14, per il prossimo 10 ottobre è stato indetto dalla Rdb/Cub Vigili del fuoco . In una nota l'organismo sindacale spiega che lo scorso 4 settembre ha chiesto formalmente un incontro per discutere le procedure di mobilità del personale e che il 16 in una riunione il Dipartimento ha sostenuto che non sarà possibile procedere a un accordo scritto sulla questione. La Rdb/Cub aggiunge che il decreto Brunetta discrimina i lavoratori del corpo e che non è stato aperto il secondo biennio economico, con risorse aggiuntive. Per questo ha indetto lo sciopero al quale è chiamato tutto il personale operativo, compreso quello aeroportuale.


Lavoro/ Vigili del fuoco, Rdb-Cub annuncia sciopero il 10 ottobre

"Serve tavolo conciliazione per negoziare procedure di mobilità"

Roma, 18 set. (Apcom) - La Rdb/Cub Vigili del fuoco annuncia uno sciopero per il 10 ottobre, dalle 10 alle 14. Lo annuncia la stessa organizzazione sindacale in una nota, spiegando di aver chiesto "l'attivazione del tavolo di conciliazione e raffreddamento dei conflitti per richiedere una negoziazione sulle procedure di mobilità del personale qualificato del corpo nazionale e relazioni sindacali, in virtù del fatto che allo stato attuale non esistono regole in materia".


10 OTTOBRE sciopero nazionale dei Vigili del Fuoco

Roma, 18 set. (Irpinia news) - Il 4 settembre 2008, la Rdb-Cub Vigili del Fuoco, ha chiesto l'attivazione del tavolo di conciliazione e raffreddamento dei conflitti per richiedere una negoziazione sulle procedure di mobilità del personale qualificato del Corpo Nazionale e relazioni sindacali, in virtù del fatto che allo stato attuale non esistono regole in materia. Il Dipartimento dei Vigili del fuoco il 16 settembre ha richiesto un incontro con la federazione per illustrare alcuni dati riguardanti il personale in attesa di mobilità. Dalla riunione è emerso quanto già risaputo: l'impossibilità di trovare un accordo scritto per dare certezze ai lavoratori Vigili del Fuoco, da anni in attesa di rientro nelle sedi di residenza. "Considerato che non è possibile trovare un accordo con il Dipartimento dei caschi rossi – dice una nota della Rdb-Cub -; che il tavolo di raffreddamento non è stato attivato nei tempi previsti; e che non è possibile ottenere alcun verbale di impegni da parte del Dipartimento in materia di mobilità che si ripercuoterà su tutto il personale negli anni a venire; che il decreto Brunetta discrimina i lavoratori del Corpo Nazionale (ad oggi non è stato aperto il secondo biennio economico 2008/09, con risorse aggiuntive); i Vigili del Fuoco, il 10 ottobre, dalle 10.00 alle 14.00, hanno indetto la prima giornata di sciopero per manifestare il proprio dissenso. Lo sciopero sarà esteso a tutti i posti di lavoro compresi gli aeroporti". 


19 settembre 2008 - NSD.it

 

VIGILI DEL FUOCO: SCIOPERO DI 4 ORE IL 10 OTTOBRE

Roma - La Rdb/Cub Vigili del fuoco ha proclamato uno sciopero di quattro ore (dalle 10 alle 14) per il prossimo 10 ottobre. Il sindacato ha criticato fortemente le procedure di mobilità del personale spiegando che il decreto Brunetta discrimina i lavoratori del corpo e sottolineando che non è stato aperto il secondo biennio economico, con risorse aggiuntive.


19 settembre 2008 - Giornal.it

 

Scioperi in arrivo
Periodo di scioperi, sia a livello locale, regionale e nazionale
di M.Z.

Alessandria - ....

....Oggi, 19 settembre, alle ore 10 a Torino, presidio da parte del Cub Scuola in Piazza Castello davanti alla Prefettura per preparare lo sciopero generale del 17 ottobre per la difesa della scuola, dei servizi sociali, delle retribuzioni, dei diritti. Sciopero dei precari e della scuola per opporsi a un piano che prevede il taglio, fra docenti e personale amministrativo, tecnico ed ausiliario di oltre 130.000 posti di lavoro che si sommano, in negativo, ai tagli già effettuati dai precedenti governi; per l'immediata assunzione di tutto il personale necessario a garantire una scuola pubblica di qualità; per la parità di diritti e retribuzione, a parità di mansione e di anzianità, per tutti i lavoratori della scuola.

E ancora sciopero nazionale dei Vigili del Fuoco. In data 4 settembre 2008, la RdB\CUB Vigili del Fuoco, ha chiesto l'attivazione del tavolo di conciliazione e raffreddamento dei conflitti per richiedere una negoziazione sulle procedure di mobilità del personale qualificato del Corpo Nazionale e relazioni sindacali, in virtù del fatto che allo stato attuale non esistono regole in materia.

Il Dipartimento dei Vigili del fuoco in data 16 settembre 2008, in forma del tutto inusuale, ovvero verbale, ha richiesto un incontro per illustrare alcuni dati riguardanti il personale in attesa di mobilità. Dalla riunione è emerso, sempre verbalmente, quanto già risaputo e l'impossibilità di trovare un accordo scritto per dare certezze ai lavoratori Vigili del Fuoco da anni in attesa di rientro nelle sedi di residenza. Considerato che: non è possibile trovare un accordo con il Dipartimento dei Vigili del Fuoco; il tavolo di raffreddamento non è stato attivato nei tempi previsti; non è fattibile ottenere alcun verbale di impegni, da parte del Dipartimento, in materia di mobilità che si ripercuoterà su tutto il personale negli anni a venire; ad oggi non è stato aperto il secondo biennio economico 2008/09, con risorse aggiuntive. Si indice la prima giornata di sciopero per il giorno 10 ottobre 2008 dalle ore 10,00 alle ore 14,00 di tutto il personale operativo Vigili del Fuoco compreso quello aeroportuale.


19 settembre 2008 - Il Fatto.net

 

MOLFETTA. Vigili del Fuoco in sciopero il 10 ottobre

Molfetta- Vigili del Fuoco in agitazione. E questa volta la protesta non riguarda solo il Distaccamento di Molfetta. E' stato infatti indetto uno sciopero su tutto il territorio nazionale per il prossimo 10 ottobre. Lo stato di agitazione è cominciato il 4 settembre quando la Rappresentanza di Base CUB dei Vigili del Fuoco, ha chiesto l'attivazione del tavolo di conciliazione e raffreddamento dei conflitti per richiedere una negoziazione sulle procedure di mobilità del personale qualificato del Corpo Nazionale e relazioni sindacali, in virtù del fatto che allo stato attuale non esistono regole in materia. Il Dipartimento dei Vigili del fuoco in data 16 settembre 2008, in forma verbale, metodo del tutto inusuale secondo quanto denunciato dai sindacati, ha richiesto un incontro con la Rappresentanza di Base, per illustrare alcuni dati riguardanti il personale in attesa di mobilità. Dalla riunione è emerso, sempre verbalmente, quanto già risaputo e l'impossibilità di trovare un accordo scritto per dare certezze ai lavoratori Vigili del Fuoco da anni in attesa di rientro nelle sedi di residenza. "Considerato che non è possibile trovare un accordo con il Dipartimento dei Vigili del Fuoco -hanno dichiarato i sindacati- che il tavolo di raffreddamento non è stato attivato nei tempi previsti, che non è fattibile ottenere alcun verbale di impegni, da parte del Dipartimento, in materia di mobilità che si ripercuoterà su tutto il personale negli anni a venire, ed ancora che il decreto 'Brunetta' discrimina i lavoratori del Corpo Nazionale e che ad oggi non è stato aperto il secondo biennio economico 2008/09, con risorse aggiuntive, si indice la prima giornata di sciopero per il giorno 10 ottobre 2008 dalle ore 10 alle ore 14 di tutto il personale operativo Vigili del Fuoco compreso quello aeroportuale mentre per il personale amministrativo le ultime due ore di fine turno".


20 settembre 2008 - Tempo Stretto

 

Sciopero nazionale dei vigili del Fuoco
RdB/Cub in rotta con il Dipartimento

Impossibile trovare un accordo sulle regole per la mobilità. Per questa ragione le Rdb/Cub dei vigili del Fuoco hanno proclamato per il 10 ottobre uno sciopero di 4 ore, dalle 10,00 alle 14,00, di tutto il personale, compreso quello aeroportuale, mentre per il personale amministrativo solo delle ultime due ore di fine turno.

Lo comunicano le Rappresentanze di Base con una lettera inviata al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, al ministro ministro dell'Interno Roberto Maroni, al Ministero del Lavoro - Commissione di garanzia per l'attuazione della legge sul diritto di sciopero, al Ministero della Funzione Pubblica e al capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco Soccorso Pubblico e Difesa Civile Giuseppe Pecoraro.

Lo sciopero è l'atto finale di un tentativo di confronto tra sindacato e Dipartimento nazionale vigili del Fuoco, iniziato il 4 settembre con la richiesta di attivazione del tavolo di conciliazione e raffreddamento dei conflitti. L'obiettivo, spiega l'organizzazione, era la negoziazione sulle procedure di mobilità del personale qualificato del Corpo Nazionale, in virtù del fatto che allo stato attuale non esistono regole in materia.

Dalla riunione con il Dipartimento, però è emersa, anche se solo verbalmente, l'impossibilità di trovare un accordo scritto per dare certezze ai lavoratori da anni in attesa di rientro nelle sedi di residenza. Da qui la decisione, rafforzata, sostiene il sindacato, anche dal fatto che il Decreto Brunetta discrimina i lavoratori del Corpo Nazionale.


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni